Skip to content

News RSS

Fuori oggi il nuovo singolo di NAYT “GRAZIE PREGO SCUSA”

Fuori oggi il nuovo singolo di NAYT “GRAZIE PREGO SCUSA”

Fuori oggi, giovedì 26 settembre, “GRAZIE PREGO SCUSA”, il nuovo singolo di NAYT, disponibile in streaming e digitale al link https://SMI.lnk.to/graziepregoscusa, prodotto da 3D per VNT1 e uscito per Jive Records (Sony Music Italy).

Continua così il solido percorso del rapper romano che, basandosi solo sui fatti e sulla coerenza, è riuscito a farsi spazio nell’urban italiano e a conquistare il rispetto di molti esponenti della scena. Da MadMan a Clementino, passando per Gemitaiz, Vegas Jones e tha Supreme (il cui brano feat. Nayt, “oh 9od”, è disco di platino), importanti sono le collaborazioni che lo hanno visto protagonista negli ultimi anni, confermandolo come uno dei nomi più tecnici, prolifici e innovativi del panorama rap contemporaneo.

È uscito a marzo “RAPTUS 3”, ultimo disco dell’artista, che lo ha visto posizionarsi direttamente al vertice della classifica dei dischi più venduti della settimana TOP OF THE MUSIC FIMI/GfK ITALIA, conquistando il secondo posto. L’album, anticipato dai brani “Animal”, “Fame” feat. MadMan (certificato oro), Gli occhi della tigre” (certificato oro) e Brutti Sogni è disponibile nei negozi tradizionali e negli store digitali al link: https://smi.lnk.to/Raptus3.

“RAPTUS 3” è il completamento di una trilogia partita nel 2015 con “Raptus”, un viaggio introspettivo e riflessivo, tra barre serrate e un flow impeccabile, che mantiene una cura e un’attenzione minuziosa della melodia. Si passa da potenti beat a chitarre elettriche, da melodie prettamente R’n’B a sonorità latineggianti. Classe ’94, Nayt, al secolo William Mezzanotte, è entrato con grande determinazione nella lista delle novità più interessanti del 2018. La pubblicazione dei singoli che hanno anticipato il nuovo disco e la partecipazione a Real Talk con una puntata da record, sono solo un assaggio del nuovo capitolo della carriera dell’artista romano. Nonostante la giovane età, il nome di Nayt, nell’ambiente, circola da parecchio tempo.  La prima volta che l’attenzione del grande pubblico si è concentrata sulla sua musica è stata con la pubblicazione del singolo “No Story”, prodotto da 3D, produttore con il quale lavora anche attualmente. Il sodalizio tra i due, maturato e consolidato nel tempo, ha portato all’avvicinamento di Nayt alla label VNT1, realtà fondata da 3D e di cui oggi Nayt è diventato socio e volto. Da allora, Nayt è riuscito a costruire un percorso solido e basato sui fatti e sulla coerenza, affermandosi come uno dei nomi più tecnici, prolifici ed innovativi nel panorama rap italiano, stringendo collaborazioni con alcuni dei massimi esponenti del genere in Italia. A marzo 2019 Nayt ha rilasciato il terzo volume di “Raptus”, la serie di progetti che gli ha permesso di raggiungere i risultati conseguiti finora, con la coscienza e la determinazione di chi vuole prendersi tutto ciò che gli spetta.

Gli artisti SONY MUSIC ricevono il maggior numero di nomination alla 20esima edizione dei Latin Grammy Awards®

Per il quinto anno consecutivo, gli artisti delle etichette di Sony Music e di The Orchard hanno ricevuto il maggior numero di nomination alla 20 ͣ edizione dei Latin GRAMMY Awards®, totalizzandone 58 e concorrendo nelle categorie più importanti della cerimonia, tra cui “Record of the Year”, “Album of the Year” e “Song of the Year”.

Si distingue ROSALÍA, fra gli artisti che hanno ricevuto più nomination, con 5 candidature, immediatamente seguita dalle quattro di Fonseca.

Fra i nominati anche Alex Fernández, Andrés Cepeda, Camila Cabello, Camila, Carlos Vives, ChocQuibTown, Darell, Draco Rosa, Farruko, iLe, Kany García, Kevin Johansen, Leiva, Leonel García, Manuel Turizo, Marc Anthony, Ozuna, Paula Arenas, Pedro Capó, Residente, Ricardo Montaner, Vicente Fernández e Vicente García.

I Latin GRAMMY® Awards si terranno il 14 novembre alla MGM Grand Garden Arena di Las Vegas.

A seguire, l’elenco completo delle nomination degli artisti delle etichette di Sony Music e di The Orchard:

Record Of The Year

Marc Anthony – “Parecen Viernes”

Vicente García – “Ahí Ahí”

ROSALÍA – “Aute Couture” [Columbia Records]

Album Of The Year

Paula Arenas – Visceral

Fonseca – Agustín

ROSALÍA – El Mal Querer [Columbia Records]

Song Of The Year

Pedro Capó – “Calma”

Kany García – “Quédate”

Fonseca – “Ven”

Best Contemporary Pop Vocal Album

Ricardo Montaner – MONTANER

ROSALÍA – El Mal Querer [Columbia Records]

Best Traditional Pop Vocal Album

Paula Arenas – Visceral

Camila – Hacia Adentro

Fonseca – Agustín

Best Pop Song

Leonel García – “Bailar”

Paula Arenas – “Buena Para Nada”

ROSALÍA – “Pienso En Tu Mirá” [Columbia Records]

Fonseca – “Ven”

Best Urban Fusion/Performance

Pedro Capó & Farruko – “Calma (Remix)”

ChocQuibTown, Farruko, Manuel Turizo – “Pa’ Olvidarte (Remix)”

Best Urban Song

Ozuna – Baila Baila Baila [VP Records/Dímelo Vi in collaborazione con The Orchard]

ROSALÍA – “Con Altura” [Columbia Records]

ChocQuibTown – “Pa’ Olvidarte”

Best Rock Album

A.N.I.M.A.L – Una Razón Para Seguir

Draco Rosa – Monte Sagrado

Best Pop/Rock Album

David Lebón – Lebón & Co.

Leiva – Nuclear

Best Rock Song

Leiva – “Godzilla”

El Cuarteto De Nos – “Punta Cana”

Best Alternative Music Album

Babasónicos – “Discutible”

Best Alternative Song

iLe – “Contra Todo”

Kevin Johansen – “Cuantas Claras”

Babasónicos – “La Pregunta”

Best Salsa Album

Maite Hontelé – Cuba Linda [Merlín Producciones/Egrem in collaborazione con The Orchard]

Best Traditional Tropical Album

Andrés Cepeda – Andrés Cepeda Big Band (En Vivo)

Aymée Nuviola – A Journey Through Cuban Music [Top Stop Music]

Best Contemporary/Tropical Fusion Album

Vicente García – Candela

Best Tropical Song

Andrés Cepeda – “Vivir Es Complicado” 

Best Singer-Songwriter Album

Kany García – Contra El Viento

Leonel García – Amor Presente

Kevin Johansen – Algo Ritmos

Best Ranchero/Mariachi Album

Alex Fernández – Sigue La Dinastía…

Vicente Fernández – Más Romántico Que Nunca

Best Banda Album

Edwin Luna – Me Hiciste Un Borrcacho [Remex Music in collaborazione con The Orchard]

Best Norteño Album

Bronco – “Por Más”

Best Regional Song

Alex Fernández – “Te Amaré”

Bronco – “Alguien Mejor Que Yo”

Best Instrumental Album 

Cuban Sax Quintet – Saxofones Live Sessions [Egrem in collaborazione con The Orchard]

Best Portuguese Language Christian Album

Priscilla Alcântara – Gente

Best Portuguese Language Song

Claudia Brant – “Mil E Uma” [Brantones Records Inc.]

Best Recording Package

ROSALÍA – El Mal Querer [Columbia Records]

Leiva – Nuclear

Best Engineered Album

ROSALÍA – El Mal Querer [Columbia Records]

Ricardo Montaner – MONTANER

Best Short Form Music Video

Nego Do Borel – “Me Solta”

Kany García y Residente – “Banana Papaya”

Best Long Form Music Video

Draco Rosa – “Hotel De Los Encuentros”

Carlos Vives – “Déjame Quererte”

Additional Nominations

Record Of The Year

Camila Cabello (per la sua partecipazione a “Mi Persona Favorita” con Alejandro Sanz) [Epic Records]

Rafael Arcaute (Producer, “Querer Mejor” – Juanes featuring Alessia Cara)

Album Of The Year

Diana Fuantes e Raquel Sofia (per la loro partecipazione a Paula Arenas – Visceral)

C. Tangana (per la sua partecipazione a ROSALÍA – El Mal Querer)

Song Of The Year

Camila Cabello (per la sua partecipazione a “Mi Persona Favorita” con Alejandro Sanz) [Epic Records]

Camilo, Rafael Arcaute, Mau e Ricky Montaner (Songwriters, “Querer Mejor” – Juanes Featuring Alessia Cara)

Best Pop Song

Camila Cabello (per la sua partecipazione a “Mi Persona Favorita” con Alejandro Sanz) [Epic Records]

C. Tangana (Songwriter, “Pienso En Tu Mirá” – ROSALÍA) 

Best Urban Fusion/Performance

Darell (per la sua partecipazione a “Otro Trago” con Sech)

Mauro Picotto & MOOLS DA VENERDI’ 27 SETTEMBRE IN ROTAZIONE RADIOFONICA CON “ALL I NEED IS KOMODO”

Mauro Picotto & MOOLS DA VENERDI’ 27 SETTEMBRE IN ROTAZIONE RADIOFONICA CON “ALL I NEED IS KOMODO”

Da venerdì 27 settembre sarà in radio “All I Need Is Komodo”, un brano originale di Mauro Picotto & MOOLS che prende ispirazione da “Komodo”, successo planetario degli anni ’90 che ad oggi ha superato gli 11 milioni di streaming.

 “All I Need Is Komodo” è stato completamente riarrangiato da MOOLS, un giovane produttore Italiano che ha rielaborato il brano inserendo un vocal e melodie nuove rendendo il disco attuale e mainstream.

Mauro Picotto è un Dj di fama internazionale che ha iniziato la sua carriera musicale nei club più di 35 anni fa. Ha partecipato e suonato ai migliori eventi organizzati in varie parti nel mondo, ha prodotto musica di qualità e venduto milioni di dischi in tutto il mondo. Un continuo reinventarsi suonando e producendo musica, lo ha coronato come primo Dj italiano riconosciuto a livello mondiale. Finalista nei DMC 1988 in Italia e vincitore della Walkie Cup Competition trasmessa su Italia 1, lo ha confermato come miglior Dj anche in italia nel 1989. 

Lo stesso anno ha prodotto la sua prima traccia come R.A.F. diventando uno dei produttori di riferimento della musica club in Europa e non solo.

Nella fine degli anni 90 e dopo il 2000 la sua evoluzione passa dal produrre se stesso come Dj Mauro Picotto e creare un suo sound ben definito che lo etichettera’ come “The Lizard Man”. Sue le varie hit da Bakerloo Symphony a Iguana passando per Lizard e Komodo arrivando poi a New Time New Place e molti altri ancora.

Vincitore di svariati Awards come migliore Dj sia in Germania, Spagna, Irlanda, Svizzera ed Olanda è stato il primo ed unico Dj Italiano ad arrivare nella TOP 10 DJ nel mondo, pubblicata dall’autorevole rivista DJ Mag UK.

Per una decina di anni e’ stato illustre protagonista ad Ibiza con la sua festa Meganite al Privilege dove ha portato ad esibirsi, alcuni per la prima volta, artisti oggi meglio conosciuti come Chris Liebing, Marco Carola, Adam Beyer, Joseph Capriati, Seth Troxler, Paco Osuna giusto per citarne alcuni. Meganite e’ stato il Mercoledi Techno piu’ importante e di dell’isola Ibizenca, degli anni 2000.

Fondatore dell’etichetta Alchemy, ha suonato per anni ai migliori eventi musicali del mondo, dalla Love Parade a Creamfields, MTV Festival, Winter Olympics in Torino, Ultra Miami, Time Warp, Awakenings, Misteryland, Innercity, Trance Energy, Goliath, Tomorrowland, Mayday, Techno Flash, Dreambeach e moltissimi altri ancora. 

Nel 2014 e’ stato invitato ad un Master di Management ESCP Europe all’ Università di Torino, anche se vive da anni in Inghilterra con la sua famiglia, dove attualmente risiede.

Nel 2015 ha pubblicato un libro autobiografico “Vita da DJ” pubblicato da Arcana in Italia e tradotto anche in lingua inglese.

2019, dopo molti anni vivendo e producendo musica techno prettamente dedicata ai clubs, Mauro ha deciso di sperimentare ulteriormente le sfaccettature della musica, dedicandosi alla produzione di un nuovo filone di musica da ballo dal profilo prettamente Pop Dance. Il nuovo singolo “All I Need is Komodo” sara’ distribuito da Sony in tutto il mondo.

MOOLS ossia “Radici del suono”, è un Dj e produttore italiano. Da sempre alla ricerca e sperimentazione di nuovi suoni nelle loro forme più pure. I suoi brani hanno avuto il supporto da parte di icone del panorama Dance internazionale come Don Diablo e Mauro Picotto, e supportati inoltre da Networks Internazionali come BBC Radio 1 e MTV. 

“DELINQUENTE” è il nuovo singolo di ACHILLE LAURO

“DELINQUENTE” è il nuovo singolo di ACHILLE LAURO

Da venerdì 27 settembre sarà in radio “Delinquente” il nuovo singolo di ACHILLE LAURO, estratto dall’album “1969” (Sony Music Italy).

Un brano Rock and Roll travolgente, che spinge sul ritmo fin dall’apertura e che delinea l’autoritratto di un’artista che non vuole e non può essere etichettato.

“1969” è prodotto da Fabrizio Ferraguzzo e Boss Doms. Tracklist: “Rolls Royce” (con cui è stato in gara al Festival di Sanremo, certificato ORO); “C’est la vie” (certificato ORO); “Cadillac”; “Je t’aime” (feat. Coez); “Zucchero”; “1969”; “Roma” (feat. Simon P); “Sexy Ugly”; “Delinquente”; “Scusa”.

Cresce l’attesa per “ROLLS ROYCE TOUR”, il tour che dal 3 ottobre porterà l’energia rivoluzionaria di ACHILLE LAURO nei migliori club di tutta Italia.

Achille Lauro si prepara a portare sul palco uno spettacolo a 360° di cui lui è il cerimoniere, immergendo le sue hit in una rappresentazione scenica curata nei dettagli tra luci, scenografia e abiti. Non mancheranno Boss Doms e la band formata da Nicola Iazzi al basso, Mattia Tedesco alle chitarre, e Marco Lanciotti alla batteria.

Queste tutte le date:

3 ottobre al Tuscany Hall di Firenze

4 ottobre all’Atlantico Live di Roma (sold out)

5 ottobre all’Atlantico Live di Roma

7 ottobre al Fabrique di Milano

10 ottobre all’Estragon di Bologna

11 ottobre al Teatro Concordia di Venaria Reale (TO)

13 ottobre alla Casa della Musica di Napoli

I biglietti per tutte le date del tour, prodotto da Friends & Partners, sono disponibili in prevendita su www.ticketone.it e nei punti vendita abituali. Per info www.friendsandpartners.it. Classe 1990, l’artista romano Achille Lauro viene sin da subito elogiato dalla scena rap nazionale con il primo mixtape “Barabba” (2013). Affiancato dal suo team di Beatmaker tra cui Boss Doms, Banf, Frenetik & Orang3, 3D, Dogslife, con il management Roccia Music pubblica “Achille Idol – Immortale” (2014), l’ep “Young Crazy” (2015) e il suo primo album solista “Dio C’è” (2015). Nell’estate del 2016 diventa imprenditore di se stesso fondando con Dj Pitch8 il collettivo No Face e l’11 novembre pubblica “Ragazzi Madre”, presentato in tutta Italia con il Ragazzi Madre Tour. A ottobre 2017 firma per Sony Music e partecipa al programma Pechino Express con il suo produttore Boss Doms. A dicembre 2017 esce il primo singolo per Sony Music “Non sei come me” e il 22 giugno 2018 il disco “Pour l’amor” (prod. Boss Doms). A novembre nasce l’inedita collaborazione Anna Tatangelo ft Achille Lauro e Boss Doms, tramite il provocante riarrangiamento della hit “Ragazza di periferia”. Dopo il successo del suo ultimo album, Lauro calca i palchi di tutta Italia con un tour lungo più di un anno, che lo porta a Roma sul palco del Circo Massimo, per lo storico concerto di Capodanno. A febbraio, Achille Lauro è stato uno dei protagonisti del Festival di Sanremo 2019 con “Rolls Royce” e il suo libro “Sono io Amleto” (Rizzoli) registra in poco tempo dalla sua uscita ben 3 edizioni.

Da venerdì in radio il nuovo singolo di FIORELLA MANNOIA “IMPARARE AD ESSERE UNA DONNA”

Da venerdì in radio il nuovo singolo di FIORELLA MANNOIA “IMPARARE AD ESSERE UNA DONNA”

Da venerdì 27 settembre, in radio “IMPARARE AD ESSERE UNA DONNA”, il nuovo singolo di FIORELLA MANNOIA scritto dall’artista insieme a Federica Abbate e Cheope. Un brano in cui trovano spazio le riflessioni di una donna che non smette mai di imparare il mestiere della vita, affrontandola “sul campo e mai dagli spalti, senza risparmi”.

Intanto, dopo il grande successo della prima parte del tour nei teatri e nelle arene outdoor, Fiorella Mannoia tornerà live con il “PERSONALE TOUR” nei mesi di ottobre e dicembre per riabbracciare il suo pubblico e coinvolgerlo con uno spettacolo intenso e ricco di emozioni.

Il “PERSONALE TOUR”, in cui Fiorella presenta al pubblico il suo ultimo disco di inediti, “PERSONALE”, e i suoi più grandi successi, si chiuderà nella Capitale con il concerto del 28 dicembre all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Ad accompagnare Fiorella sul palco durante il tour ci sono i musicisti Diego Corradin (batteria), Claudio Storniolo (pianoforte e tastiere), Luca Visigalli (basso), Carlo Di Francesco (percussioni e alla direzione musicale), Max Rosati (chitarre) e Alessandro “Doc” De Crescenzo (chitarre).

Queste le prossime date del “PERSONALE TOUR”, prodotto e organizzato da Friends & Partners:

3 ottobre al Teatro Degli Arcimboldi di Milano

5 ottobre al Teatro Colosseo di Torino

7 ottobre al Teatro Augusteo di Napoli

10 ottobre al Gran Teatro PalaDianflex di Atena Lucana (Salerno)

12 ottobre al Teatro Gesualdo di Avellino

13 ottobre al Teatro Gesualdo di Avellino

15 ottobre al Teatro Carlo Felice di Genova

16 ottobre al Teatro Ponchielli di Cremona

18 ottobre al Teatro Verdi di Firenze

19 ottobre al Teatro Verdi di Firenze

22 ottobre al Teatro Creberg di Bergamo

24 ottobre al Teatro Ariston di Sanremo

26 ottobre al Pala Congresssi di Lugano

27 ottobre all’ Europauditorium di Bologna

29 ottobre al Teatro Openjobmetis di Varese

30 ottobre al Teatro Politeama di Piacenza

31 ottobre all’Auditorium Santa Chiara di Trento

3 dicembre al Teatro Augusteo di Napoli

5 dicembre al Teatro Impero di Marsala (TP)

6 dicembre al Teatro Metropolitan di Catania

11 dicembre al Teatro Galleria di Legnano

12 dicembre al Grana Padano Theatre di Mantova

14 dicembre al Teatro Moderno di Grosseto

15 dicembre al Teatro Verdi di Montecatini

17 dicembre al Teatro Colosseo di Torino

18 dicembre al Volkshaus di Zurigo

20 dicembre al Teatro delle Muse di Ancona

21 dicembre al Teatro Romolo Valli di Reggio Emilia

28 dicembre all’Auditorium Parco della Musica di Roma (Sala Santa Cecilia)

I biglietti per le date del tour sono disponibili in prevendita su TicketOne.it e nei punti vendita autorizzati (per info www.friendsandpartners.it).

Disponibile in versione CD, in vinile e in digitale “PERSONALE”, il nuovo album di Fiorella Mannoia, è composto da 13 brani, 13 storie che raccontano consapevolezze e prese di coscienza, riflessioni su se stessi, sull’umanità, sulla vita e sui sentimenti, in tutte le loro sfaccettature, e molto altro ancora.

L’album è anche – come dichiara l’artista – una «piccola e umile “personale”», da cui il titolo. A rafforzare il racconto delle canzoni, infatti, trovano spazio fotografie realizzate da Fiorella in varie parti del mondo. Una passione, quella della fotografia, che l’artista ha recentemente approfondito e condiviso sui social network.

«Essere appassionati di qualcosa è la più grande fortuna che si possa avere. Non c’è età per scoprire nuove passioni – racconta Fiorella – io ho scoperto da poco quella della fotografia. Oggi esce il nuovo album che è anche la mia piccola e umile personale. Ho voluto abbinare a ogni brano uno scatto realizzato nel corso di viaggi, di incontri, di momenti imprevedibili. Perché le fotografie raccontano prima di tutto delle storie, esattamente come le canzoni». Questa la tracklist di “PERSONALE”: “Il peso del coraggio”, “Imparare ad essere una donna”, “Riparare”, “Smettiamo subito”, “L’amore è sorprendente”, “Il senso”, “Un pezzo di pane”, “Penelope”, “Resistenza”, “Anna siamo tutti quanti”, “Carillon”, “L’amore al potere” e “Creature” (Bonus Track Canzone Sospesa con Antonio Carluccio).

Dal 27 settembre in radio il nuovo singolo di DANIELE SILVESTRI “QUALCOSA CAMBIA”

Dal 27 settembre in radio il nuovo singolo di DANIELE SILVESTRI “QUALCOSA CAMBIA”

Il 27 settembre arriva in radio “Qualcosa cambia” il nuovo singolo di Daniele Silvestri estratto dal fortunato “La terra sotto i piedi” (Sony Music).

QUALCOSA CAMBIA è il brano che apre il disco, uno dei più attuali e politici del disco. È probabilmente il testo più positivo di questo ultimo lavoro, una dichiarazione di ottimismo verso il futuro e le nuove generazioni che nel suo complesso si trasforma però con uno sguardo amaro sul mondo in cui viviamo (“Una musica nuova / una strada pulita / l’Europa sognata / la Siria guarita / un popolo onesto / le navi nei porti / i processi più corti / una generazione che corregga la rotta / la fiducia che torna / la speranza risorta).

Ad ottobre invece arriva il primo tour nei palasport (organizzato e prodotto da OTR live) che partirà con due date da Roma il 25 e 26 ottobre. Accompagnato da una band di eccezionali musicisti, Daniele calcherà i grandi palchi dei palazzetti per la prima volta nella storia dei suoi live-tour dopo il memorabile successo in trio con Max Gazzè e Niccolò Fabi nel progetto “Il Padrone della Festa” e dopo lo spettacolare concerto-evento tenuto lo scorso anno con Manuel Agnelli, Samuele Bersani, Carmen Consoli, Max Gazzè, Niccolò Fabi e Diodato, tutti suoi ospiti nelle oltre 3 ore di musica live “Le cose in comune”, che aveva entusiasmato il Forum di Milano. Le date già in calendario, dopo Roma (25 e 26 ottobre), sono: l’8 novembre 2019 a Padova (Kioene Arena), il 9 novembre 2019 a Rimini (RDS Stadium), il 15 novembre 2019 a Bari (Palaflorio), il 16 novembre 2019 a Napoli (Palapartenope), il 22 novembre 2019 a Milano (Mediolanum Forum), il 23 novembre 2019 a Torino (Pala Alpitour). Prevendite aperte su ticketone.it.

Arriva in Italia la canzone senza tempo che sta spopolando in Francia BON ENTENDEUR vs ISABELLE PIERRE “LE TEMPS EST BON” da venerdì 27 in radio

Arriva in Italia la canzone senza tempo  che sta spopolando in Francia   BON ENTENDEUR  vs  ISABELLE PIERRE “LE TEMPS EST BON” da venerdì 27 in radio

C’era una volta l’anno “erotico” del 1968. Poco tempo dopo, una canzone diventa vero successo in Quebec: “Le Temps Est Bon”.

Quasi cinquant’anni dopo, una nuova versione, che ne mantiene l’allure vintage combinandolo perfettamente con un arrangiamento contemporaneo, impazza nelle classifiche francesi.

“Le temps est bon, le ciel est bleu j’ai deux amis qui sont aussi mes amoureux”

(“Il tempo è bello, il cielo è blu, ho due amici che sono anche i miei amanti”). Ecco la storia di questa melodia che profuma di libertà e amore.

“Dam dam tatam…tam tam tatam…” La canzone “Le Temps Est Bon” nasce sulle rive del fiume St. Lawrence a Montreal nel 1971.

A fine 2018 la versione rivisitata con l’aggiunta di bassi e bpm targata Bon Entendeur, ha fatto impazzire il pubblico del Fnac Live Festival sul piazzale del municipio di Parigi. “Le temps est bon, le ciel est blue” è cantato all’unisono da migliaia di persone.

Canzone di un film, utilizzata poi in diversi spot pubblicitari, “Le Temps Est Bon” è un inno senza tempo, un’ode alla libertà.

Come e perché questo classico canadese sta godendo di una seconda vita in Francia?

All’inizio degli anni ’70, Stéphane Venne ha 30 anni, vive nel cuore di Montreal ed è direttore artistico della Barclay-Canada. Ha una certa aura. “Dato che avevo la reputazione di poter scrivere su richiesta singoli che funzionassero, i produttori di ‘Les Mâles ou l’Eternel Masculin’ mi hanno chiesto di scrivere la musica del film”, afferma il cantautore, oggi settantottenne.

In una settimana il brano è finalizzato e affidato alla voce della stella del momento, Isabelle Pierre (all’anagrafe Nicole Lapointe), all’epoca ventiseienne.

La magia è immediata. La voce di Isabelle sublima questo film “gioiosamente amorale” di Gilles Carle.

E se l’estate dell’amore del ’68 si è conclusa qualche anno prima, lo spirito hippy continua a diffondere le sue luci nelle pianure attraverso l’Atlantico. Una donna, due uomini e una foresta canadese, “in questa canzone, c’è anche il tema bigamia raccontato dal punto di vista di una donna, che si può rapportare alla dinamica femminista che si stava intensificando all’epoca”, analizza Stéphane Venne, che parla di “tranquilla ribellione “, “libertà di sfogliare”. Il film uscito nel 1971 diventa un classico del cinema in Canada e la canzone un grande successo.

E poi?

Nel 2010, Xavier Dolan ha 21 anni. Il regista, descritto come un giovane prodigio del cinema del Quebec, pubblica “Les Amours Imaginaires” . Il copione: “Francis e Marie sono amici, dandy, single e avventurosi. Si innamorano entrambi dello stesso ragazzo, Nicolas, tanto delicato quanto indecifrabile. Il giovane diventa la loro ossessione e presto un oggetto di rivalità tra loro. Una donna, due uomini, una foresta canadese. Come musica per la scena di questo triangolo amoroso omosessuale divenuta un cult, Xavier Dolan utilizza “Le Temps est Bon”.

“Mi ha commosso, sorpreso e rassicurato vedere un giovane artista molto credibile certificare l’intramontabilità di questa canzone”, afferma Stéphane Venne.

Un vero successo in Francia, il film catapulta immediatamente “Le Temps Est Bon” dalle foreste del Quebec alle serate parigine.

Nel 2012, Arnaud Bonet, Pierre Della Monica e Nicolas Boisseleau sono grandi amici uniti dalla passione per la musica e l’amore per la cultura francese.

Danno vita a Bon Entendeur, un’entità più definibile come concept piuttosto che come progetto musicale.

Iniziano remixando gemme della French Chanson e proponendole in mixtape che nei primi 5 anni generano oltre 70 milioni di ascolti.

Quando propongono una rivisitazione de “Le Temps Est Bon” in apertura ai loro set si accorgono di avere tra le mani qualcosa di speciale: “Abbiamo iniziato a suonarla. La canzone ci è subito piaciuta, è all’avanguardia, parla di poligamia con grande leggerezza e libertà”.

Il singolo viene rilasciato da Columbia e diventa un successo in Francia, dove ottiene la certificazione ORO collezionando decine di milioni di streaming.

Dalla versione originale del 1971 è passato quasi mezzo secolo ma in ogni sua veste, questo brano riesce a colpire qualsiasi generazione.

Ora è tempo di fare conoscere questo “nuovo classico”
anche in Italia.

Da oggi ovunque i remixes del singolo degli ACKEEJUICE ROCKERS feat. RKOMI “ACQUAGYM”

Da oggi ovunque i remixes del singolo degli ACKEEJUICE ROCKERS feat. RKOMI “ACQUAGYM”

Da oggi, venerdì 20 settembre, sono disponibili in digitale i remixes di “Acquagym“, il singolo firmato dal duo di dj/produttori di musica elettronica Ackeejuice Rockers in collaborazione con uno degli artisti più forti della scena trap italiana: Rkomi. I remixes vanno ad arricchire la versione originale e sono firmati da importanti producer: Benny Benassi & BB Team, Jude & Frank, Mazay & Gamuel, Albert Marzinotto, Renato Tanchis & Cristian Piccinelli.

Ali Selecta & King P, il duo di dj/produttori veneti fondato nel 2007, vantano un ricco palmares che comprende collaborazioni con artisti del calibro di Kanye West e del leggendario Rick Rubin, fino a Jovanotti con cui gireranno l’Italia in occasione del Jova Beach Party come dj ufficiali.

Le loro produzioni abbracciano numerosi generi come dancehall, hip hop, soca, afrobeat, house e moombahton. In “Acquagym”, combinano sonorità hip hop con la tech house e commentano così il brano e la scelta di Rkomi, come voce di questo progetto:

“Ad aprile eravamo a Milano per un incontro di lavoro, in quell’occasione abbiamo conosciuto il manager di Rkomi che ci ha fatto subito capire che al suo uomo sarebbe piaciuto collaborare con noi. Mirko (Rkomi) lo seguiamo da molto, ha una scrittura forte e un modo di cantare veramente innovativo, per noi è uno degli artisti italiani più interessanti del momento. Abbiamo accolto questa opportunità in modo molto entusiasta, quindi poco dopo gli abbiamo fatto sentire alcune produzioni su cui stavamo lavorando cose diverse fra loro, dal reggae alla trap, passando per sonorità Uk e latin. I beats erano piaciuti e lui si era messo subito a scrivere su un paio di questi, eravamo tutti gasati ma dopo i primi confronti e i primi provini, né lui né noi eravamo realmente soddisfatti, sembrava tutto troppo scontato o prevedibile.

È stato in quel momento che ci è venuta voglia di andare fuori dagli schemi e di rimescolare le carte in tavola. Avevamo chiuso da poco un pezzo tech house che si chiamava “Berlin”, concepito per essere suonato nei club dai djs, girava su un sample forte e zero cantato, un treno in cassa dritta con il classico drop. Sembrava impensabile far cantare qualcuno su un beat simile ma conoscendo la poliedricità del cantante, abbiamo comunque provato a proporglielo. Mirko è andato fuori di testa e si è messo subito a scrivere, il giorno stesso ci è arrivato il primo provino! La sua interpretazione era d’impatto, l’immaginario che aveva creato era consono ai suoni, era un flusso di pensieri frenetico e ininterrotto, come in una notte a Berlino dove tutto può accadere. Quando ci ha detto che il claim su cui sarebbe girato il testo sarebbe stato Acquagym ci ha spiazzato…era una figata! Ironizzava sul fatto che certi ritmi te li immagini alle lezioni di acquagym, ma al tempo stesso giocava con la parola in modo astuto “Acquagym, acqua o gin” ed eccoci di nuovo nel club. Quando ci abbiamo rimesso le mani, abbiamo adattato la base alla sua scrittura, cercando di non perdere il tiro originario, trovando un punto d’incontro tra una canzone e un pezzo dancefloor oriented. Per noi era importante provare a trasmettere la voglia di staccarsi dalla realtà, liberarsi di tutto e ballare, nel locale, nel bus, in metro, in camera, ovunque!”

Gli Ackeejuice Rockers accrescono la loro notorietà nell’anno 2013, quando vengono coinvolti dal rapper americano Kanye West alla lavorazione del sesto album YEEZUS. Il duo, invitato dal rapper nello studio di registrazione di Parigi, sotto la direzione del produttore esecutivo Rick Rubin, incontra e collabora con Daft Punk, Gessaffelstain, Brodinski, Travi$ Scott, Arca, Lunice, Lupe Fiasco, Mike Dean, S1, Sham Joseph, Common e firma la coproduzione di “Guilt Trip feat. Kid Cudi”, uno dei 10 brani contenuti nel disco. Ali Selecta & King P, lanciati alla ribalta da Kanye West, incuriosiscono la stampa ed i principali blog musicali di tutto il mondo che parlano di loro come di un progetto da seguire attentamente, tanto che artisti internazionali come Sean Paul e Nicki Minaj si interessano alle loro produzioni.

In Italia producono brani di Marracash, Achille Lauro, Jake La Furia, Guè Pequeno, Mondo Marcio, Tormento, Mudimbi e nel 2014 partecipano alla prima edizione italiana del Red Bull Culture Clash rappresentando “Roccia Music“, la crew capitana da Marracash e Shablo. Vengono notati e scelti, al termine dei tour americani del 2014 e 2015, da Lorenzo Jovanotti per aprire i concerti di Padova e Firenze del suo tour “Lorenzo Negli Stadi 2015″. In quell’occasione si esibiscono insieme al rapper italiano Salmo.

Le loro produzioni musicali sono suonate e supportate da dj di fama internazionale, in particolar modo dal dj/produttore americano Diplo che dimostra di apprezzare le loro vibes, suonando spesso i loro brani nei mixati e dj set. Nel 2016 Diplo presenta in anteprima sul suo programma “Diplo&Friends” in onda sulla BBC Radio, “Future Dancehall”, il quarto EP degli Ackeejuice Rockers.

Nel 2016 vengono coinvolti da Jovanotti alla lavorazione del suo quattordicesimo album “Oh, vita!” prodotto da Rick Rubin.  Nel disco il duo firma assieme a Jovanotti le produzioni dei brani “Sbam!” e “Le Canzoni” (secondo singolo estratto). A giugno 2018 producono “Party Hard” featuring Richie Loop, il brano viene inserito da Flex Up Records nella compilation “Neon” distribuita da Subside Records/Sony e a luglio esce il loro nuovo singolo “Tu Sei Come Me” featuring KG Man & Galup, seguito a settembre dalla rivisitazione del brano “SBAM!”, una versione dub che Jovanotti sceglie come quinto singolo dell’album “Oh, Vita!”.

Il 7 giugno di quest’anno è uscito “Jova Beach Party Ep” il nuovo progetto di Jovanotti che ha anticipato l’omonimo tour, in cui il duo firma il brano “Tutto Un Fuoco” e quest’estate sono stati ospiti fissi del suo tour

Il 22 novembre esce l’album postumo di inediti “THANKS FOR THE DANCE” di Leonard Cohen

Il 22 novembre esce l’album postumo di inediti “THANKS FOR THE DANCE” di Leonard Cohen

Il 22 novembre esce “Thanks for the Dance, album postumo di inediti di LEONARD COHEN, realizzato grazie all’impegno e alla passione del figlio Adam, con la collaborazione di illustri amici e colleghi che hanno lavorato con Leonard negli anni.

Thanks for the Dance non è una raccolta commemorativa di B sides e di tracce scartate, ma un vero e proprio disco che esce a sorpresa, composto da nuove canzoni, eccitanti e vitali, la reale continuazione del lavoro del Maestro.

L’album è disponibile in pre order da oggi, venerdì 20 settembre: https://SMI.lnk.to/thanksforthedance

Sempre da oggi, è disponibile in streaming e in digital download il nuovo brano “The Goal”. Il videoclip del brano è online qui https://youtu.be/mszJwXsZwKM, il primo di una serie di video che accompagneranno l’uscita dell’album.

Sette mesi dopo la morte di suo padre, Adam Cohen si era ritirato nel garage in cortile, vicino alla casa di Leonard, per lavorare di nuovo con il padre e per stare in compagnia della sua voce.

Della loro precedente collaborazione in “You Want It Darker” erano rimasti dei bozzetti musicali, a volte poco più delle semplici tracce vocali. Leonard al tempo aveva chiesto a suo figlio di portare a termine questo lavoro e così è stato.

Questo straordinario nuovo album Thanks for the Dance è stato realizzato in vari luoghi.

Il grande musicista spagnolo Javier Mas, che ha accompagnato Leonard sul palco negli ultimi otto anni di tour, è volato da Barcellona a Los Angeles per catturare lo spirito di Leonard e imprimerlo di nuovo nella sua storica chitarra.

A Berlino, durante un evento musicale chiamato People Festival, Adam ha invitato amici e colleghi a prestare il loro talento: Damien Rice e Leslie Feist hanno cantato, Richard Reed Parry degli Arcade Fire ha suonato il basso, Bryce Dessner dei The National ha suonato la chitarra, il compositore Dustin O’Halloran ha suonato il piano. Hanno partecipato anche il coro berlinese Cantus Domus e l’orchestra s t a r g a z e.

A Montreal è intervenuto il celebre produttore Daniel Lanois, che ha arricchito gli arrangiamenti.

Il coro Shaar Hashomayim, che ha avuto un ruolo importante nel caratterizzare il sound dell’ultimo album di Leonard Cohen, ha contribuito a una canzone, e Patrick Watson, con il suo inimitabile talento, ha co-prodotto un brano.

A Los Angeles, Jennifer Warnes, amica e collaboratrice di vecchia data di Leonard, ha registrato le secondi voci, mentre Beck ha contribuito alla chitarra e all’arpa ebraica.

Michael Chaves, che aveva elegantemente registrato e mixato “You Want It Darker“, ha curato la registrazione e il missaggio.

Grazie a tutto questo, è nato “Thanks For The Dance”, il nuovo album di Leonard Cohen che riesce misteriosamente a ricreare davvero l’essenza del suono dell’artista.

«Nel comporre e arrangiare la musica affinché si adattasse alle sue parole, abbiamo seguito la sua impronta musicale, tenendolo così con noi» racconta Adam Cohen «Ciò che mi ha davvero commosso è stata la sorpresa di coloro che hanno ascoltato questo album, “Leonard è vivo!” hanno esclamato uno dopo l’altro»

“Thanks for the Dance” è un’inaspettata benedizione, un dono che rappresenta sia la bellezza che la forza. La voce di Leonard Cohen non è stata zittita. E la danza continua.

Thanks For The Dance

1. Happens to the Heart

2. Moving On

3. The Night of Santiago

4. Thanks for the Dance

5. It’s Torn

6. The Goal

7. Puppets

8. The Hills

9. Listen to the Hummingbird

NOSTROMO da oggi in radio e in digitale il nuovo singolo “Le canzoni di mia madre”

NOSTROMO da oggi in radio e in digitale il nuovo singolo  “Le canzoni di mia madre”

L’album di debutto “MINUETTO” è in uscita il 15 novembre via Trident Music/Sony

“Le canzoni di mia madre” – da oggi in radio e in digitale – il secondo inedito estratto dal debut album di Nicolò Santarelli, in arte NOSTROMO, cantautore marchigiano classe 1994, che naviga a vista tra un tempo che non c’è più e un futuro che non c’è ancora, sospeso in perfetto equilibrio in un presente denso di ricordi, di necessari silenzi e di attese piene di sentimento.
MINUETTO, questo il titolo del disco, è in uscita il 15 novembre per Trident Music e Sony.

Dopo aver raccontato con il primo singolo “Giradischi” di quell’amore particolare, quello che non si accetta facilmente ma si desidera più di ogni altra cosa, torna a incantare NOSTROMO con la sua musica che si muove fluida tra ambientazioni post elettroniche e graffi retrò.
Le canzoni di mia madre” è una danza tra passione e razionalità, lo scontro tra rassegnazione e desiderio, immagine che ritorna ancora. È la canzone del risveglio nostalgico, dell’odore del caffè e della spesa la domenica mattina, degli sguardi in silenzio e della voglia di sognare ciò che non si ha.
“Le canzoni di mia madre è mia madre che mi dice di amare, di vivere nella limpidezza e di scendere, ogni tanto, a compromessi”.

Non è vintage, non andrà mai di moda perchè non passerà mai di moda.
Nostromo è il tatuaggio sotto al loden, il giradischi con cui ascolti la musica ma soprattutto, Nostromo è il ricordo nostalgico che sai portarti dietro e vivere nel tuo futuro.

CREDITI “Le canzoni di mia madre”
Prodotto da: Dario Pruneddu
Mixato da: Antonio Polidoro
Registrato da: Blap!Studio
Masterizzato da: Giovanni Versari
Scritto da: Nicolò Santarelli
Arrangiato da: Eliano Ficca, Francesco Caggiula, Riccardo Belleggia

TRACKLIST album MINUETTO
1 Seni di limone
2 Giradischi
3 Carillon
4 Atomica
5 Le canzoni di mia madre
6 Minuetto
7 Vegan
8 Io tra noi
9 Arriverà
10 Nostromo