Skip to content

News RSS

FRANCESCO RENGA In gara al 69° FESTIVAL DI SANREMO con il brano “ASPETTO CHE TORNI”

FRANCESCO RENGA In gara al 69° FESTIVAL DI SANREMO con il brano “ASPETTO CHE TORNI”

Con la sua inconfondibile voce e travolgente energia, Francesco Renga è pronto a condividere insieme al suo pubblico un anno ricco di novità e tanta musica partendo proprio dal palco del Teatro Ariston, in gara al 69° Festival di Sanremo con il brano “Aspetto che torni”.

“Aspetto che torni” è una canzone intensa e ricca di grandi emozioni. Racconta di un nuovo amore, di una nuova prospettiva di vita, delle presenze e delle mancanze. È un’intensa istantanea del Francesco di oggi.

Nella serata di venerdì 8 febbraio, FRANCESCO RENGA reinterpreterà “Aspetto che torni” con Bungaro, coautore del brano insieme a Francesco Renga, C. Chiodo e Rakele, e l’esibizione sarà impreziosita da una coreografia eseguita dall’étoile Eleonora Abbagnato insieme all’étoile Friedemann Vogel.

A dirigere l’orchestra del Festival di Sanremo per Francesco Renga sarà il Maestro Roberto Rossi.
Durante le serate Renga ha scelto di indossare abiti dello stilista bresciano Maurizio Miri e gioielli Emanuele Bicocchi.

Dopo il Festival di Sanremo Francesco sarà impegnato con “VERONA e TAORMINA LIVE 2019”, due concerti unici all’interno delle prestigiose cornici italiane dell’ARENA DI VERONA (27 maggio) e del TEATRO ANTICO di TAORMINA – ME (13 giugno – in attesa di autorizzazione dalla Regione Siciliana), due speciali anteprime live del tour che il prossimo inverno lo porterà dal vivo in tutta Italia per presentare il suo ottavo disco di inediti, in uscita in primavera.

I biglietti per la data dell’Arena di Verona sono disponibili in prevendita sul sito Ticketone.it e nei punti vendita abituali. Per il live al Teatro Antico di Taormina i biglietti saranno disponibili in prevendita prossimamente. Per informazioni: www.fepgroup.it.

Il Volo festeggia 10 anni di carriera partendo dal Teatro Ariston che lo ha visto nascere

Il Volo festeggia 10 anni di carriera partendo dal Teatro Ariston che lo ha visto nascere

Il trio italiano che ha conquistato le platee internazionali vendendo milioni di dischi in tutto il mondo, IL VOLO, festeggia dieci anni di una lunga amicizia e di musica insieme! I tre ragazzi hanno cominciato la loro carriera giovanissimi, nel 2009, e la loro ascesa costante li ha portati a duettare con artisti del calibro di Barbra Streisand e Placido Domingo, a vincere il Festival di Sanremo a soli vent’anni, a riempire l’Arena di Verona e il Radio City Music Hall di New York, a raccogliere standing ovation nei tour in Europa, America e Giappone.

Un successo straordinario che merita grandi festeggiamenti! Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble partiranno dal palco dell’Ariston che li ha visti nascere. Sono, infatti, in gara al 69° Festival di Sanremo con il brano “Musica che resta”, scritto da Gianna Nannini, Emilio Munda, Piero Romitelli e Antonello Carozza. Al Festival di Sanremo Adriano Pennino dirigerà l’orchestra per Il Volo.

Musica che resta anticipa il nuovo atteso album “Musica(Sony Music) in uscita il 22 febbraio in tutto il mondo! Conterrà, oltre al brano sanremese, altri due inediti Fino a quando fa bene e Vicinissimoe le cover di Arrivederci Roma”, “A chi mi dice”, “People”, “La nave del olvido”, “Lontano dagli occhi”, “Be My Love”, “La voce del silenzio” e “Meravigliosa Creatura”. Saranno disponibili anche le versioni speciali del disco fisico Jewel Case e Digipack Hardcoverbook.

Da maggio 2019 a maggio 2020 sono previsti una serie di prestigiosi appuntamenti live che testimoniano l’autentico successo de Il Volo in tutto il mondo in questi dieci anni di carriera!
Si parte a maggio con un tour in Giappone dove già nel 2017 il trio aveva registrato il sold out a Tokyo e a Kawasaki.
A fine maggio Il Volo sarà in Italia per due esclusive date a Matera.
L’estate vedrà i tre artisti protagonisti nelle più belle location italiane, un tour imperdibile che culminerà con uno show all’Arena di Verona a settembre (prodotto e organizzato da Friends & Partners).
In autunno Il Volo sarà in tour in Europa e poi nel LATAM con decine di date nelle città più importanti dell’America Latina.
I festeggiamenti per i dieci anni di carriera del trio italiano più famoso al mondo, continueranno fino a maggio 2020, con un tour negli Stati Uniti, in Canada e ancora tante sorprese!

Intanto, sabato 26 gennaio il trio italiano si è esibito a Panama in occasione della XXXIV Giornata Mondiale della Gioventù, davanti a Papa Francesco e a oltre un milione di persone, durante la cerimonia della Veglia, nel Campo San Juan Pablo II. L’evento è stato trasmesso in mondovisione.Un appuntamento arrivato dopo un’altra grande avventura artistica e umana che si è da poco conclusa: Il Volo ha vissuto per qualche giorno presso la base Unifil di Tiro, in Libano, per sostenere le truppe italiane in missione di pace.

ENRICO NIGIOTTI in gara al 69° FESTIVAL DI SANREMO con il brano “NONNO HOLLYWOOD”

ENRICO NIGIOTTI  in gara al 69° FESTIVAL DI SANREMO con il brano  “NONNO HOLLYWOOD”

ENRICO NIGIOTTI è in gara alla 69° edizione del Festival di Sanremo con il brano “Nonno Hollywood”, scritto dallo stesso Enrico Nigiotti, prodotto da Fabrizio Ferraguzzo e arrangiato da Fabrizio Ferraguzzo e Enrico Brun.
A dirigere l’orchestra per Enrico Nigiotti è il Maestro Federico Mecozzi, il più giovane direttore d’orchestra di questa edizione. Nella serata dei duetti, l’artista si esibirà con Paolo Jannacci e Massimo Ottoni.
Il brano “Nonno Hollywood” sarà contenuto nell’edizione speciale del suo ultimo album di inediti “Cenerentola e altre storie…(Sony Music Italy), in uscita il 15 febbraio.

«“Nonno Hollywood” è un brano a cui sono molto legato, che mi appartiene – racconta Enrico Nigiotti – L’ho scritto di impulso lasciando libero sfogo alle mie emozioni. Credo che questa canzone non avrebbe potuto avere un palco migliore e per questo ringrazio Claudio Baglioni che mi ha permesso di presentarla proprio all’Ariston».

Nonno Hollywood” è un brano introspettivo e autobiografico che attraverso la perdita di una persona importante racconta di una generazione odierna con abitudini e passioni differenti rispetto al passato.
Oltre il brano sanremese, “Cenerentola e altre storie…” conterrà anche un inedito dal titolo “La ragazza che raccoglieva il vento”, dedicata alla celebre poetessa e scrittrice Alda Merini.

Al via da aprile “Cenerentola tour”, il tour teatrale di ENRICO NIGIOTTI. Sul palco l’artista sarà accompagnato da Andrea Torresani (direzione musicale, basso/contrabasso), Andrea Polidori (batteria), Mattia Tedesco (chitarre elettriche e acustiche) e Fabiano Pagnozzi (Tastiere e piano).

Queste le date del tour:

3 aprile – Pala Riviera SAN BENEDETTO DEL TRONTO (data zero);
4 aprile – 
Teatro Duse BOLOGNA;
9 aprile –
Teatro Puccini FIRENZE; 
10 aprile – 
Teatro Della Concordia TORINO;
14 aprile – 
Teatro Politeama Greco LECCE;
15 aprile –
Teatro Acacia NAPOLI;
17 aprile – 
Teatro Toniolo MESTRE (VE);
23 aprile –
Teatro Politeama Genovese GENOVA.

Il tour è una produzione Massimo Levantini per 1Day; per tutte le info: www.unoday.it.

Enrico Nigiotti, classe ‘87, è un cantautore livornese. Dopo alcune importanti esperienze televisive e affiancato dalla storica manager Adele Di Palma (Fabrizio De André, Ivano Fossati, Gianna Nannini e molti altri),  Enrico Nigiotti compone due brani per il film “La pazza gioia” per il regista pluripremiato Paolo Virzì e nel 2017 partecipa alle selezioni dell’undicesima edizione di X Factor alle quali si presenta con “L’amore è”, brano che entra subito al primo posto nella Viral Italia e al secondo della Global Viral di Spotify e che lo porta fino alla finale del programma conquistando il disco di platino. I testi e la musica di Enrico hanno emozionato anche artisti di calibro internazionale con i quali sono nate diverse collaborazioni. Nel 2015 il cantautore livornese apre le date italiane del “Big Love Tour” dei Simply Red, mentre nel 2018 apre il concerto al Circo Massimo di Roma di Laura Pausini, per cui ha firmato il brano “Le due finestre”, contenuto nel nuovo disco “Fatti sentire”, che ha trionfato ai LATIN GRAMMY AWARDS nella categoria “Best Traditional Pop Vocal Album“. Nello stesso periodo scrive per Eros Ramazzotti il brano “Ho bisogno di te”, incluso nell’album “Vita ce n’è”. Il 14 settembre pubblica il suo nuovo album “Cenerentola”, anticipato dal brano Compliciin duetto con Gianna Nannini, con la quale già nel 2015 aveva collaborato aprendo il suo tour “Hitalia.Rocks”. “Complici” è diventata subito una hit radiofonica, tra i dieci brani più trasmessi dalle radio. A dicembre l’artista ha tenuto tre concerti a Milano (3 dicembre), Livorno (5 dicembre) e Roma (10 dicembre) di anteprima del “Cenerentola Tour” che partirà ufficialmente in primavera.

ANNA TATANGELO, “LE NOSTRE ANIME DI NOTTE”: Il brano in gara al Festival di Sanremo 2019 È contenuto nel nuovo album “La fortuna sia con me” in uscita l’8 febbraio

ANNA TATANGELO, “LE NOSTRE ANIME DI NOTTE”: Il brano in gara al Festival di Sanremo 2019 È contenuto nel nuovo album “La fortuna sia con me” in uscita l’8 febbraio

“Le nostre anime di notte” (GGD Srl/Sony Music) è il brano che Anna Tatangelo porta in gara al Festival di Sanremo 2019, dove torna per l’ottava volta, diretta dal maestro Adriano Pennino.

Una ballad moderna, firmata da Lorenzo Vizzini che racconta di una notte rivelatrice. La storia di una coppia che dopo tante incomprensioni e frasi non dette, per la prima volta si rivela completamente al buio della notte, e tutto diventa improvvisamente più chiaro. E così come è evidente che niente potrà tornare mai uguale a prima, è altrettanto evidente che, al di là di tutti gli errori commessi e delle direzioni che prenderà il futuro, sarà impossibile per entrambi perdersi veramente.

Il brano è contenuto nel nuovo album della cantante, il settimo della sua carriera, in uscita su etichetta GGD srl (distribuzione Sony Music) l’8 febbraio e intitolato “La fortuna sia con me”.

Quella di quest’anno sarà solo l’ultima delle apparizioni di Anna sul palco dell’Ariston, iniziate nel 2002 quando, appena quindicenne, vince la categoria Giovani con la canzone “Doppiamente Fragili”. L’anno successivo è la volta di “Volere volare”, questa volta tra i “Big”. Nel 2005 Anna si presenta con “Ragazza di periferia” (terzo posto nella categoria “Donne” e appena riarrangiata insieme ad Achille Lauro e Boss Doms), nel 2006 con “Essere una donna” (brano scritto per lei da Mogol, primo posto nella categoria “Donne”). E ancora “Il mio amico” nel 2008, con cui ha duettato con Michael Bolton, “Bastardo” nel 2011, e infine “Libera” nel 2015.

Ad aprile Anna tornerà anche in concerto con sei eventi speciali attraverso l’Italia, per poi proseguire il tour, prodotto da Massimo Levantini per 1 Day, per tutta l’estate.
Questi primi appuntamenti previsti:

2 aprile Roma – Largo Venue
4 aprile Napoli – Common Ground
5 aprile Conversano (BA) – Casa delle Arti
10 aprile Milano – Tunnel Club
11 aprile Torino – Hiroshima Mon Amour
12 aprile Roncade (TV) – New Age

EINAR In gara al 69° FESTIVAL DI SANREMO con “PAROLE NUOVE” ESTRATTO DALL’OMONIMO ALBUM DI INEDITI IN USCITA IL 15 FEBBRAIO

EINAR In gara al 69° FESTIVAL DI SANREMO con  “PAROLE NUOVE” ESTRATTO DALL’OMONIMO ALBUM DI INEDITI  IN USCITA IL 15 FEBBRAIO

EINAR è in gara alla 69° edizione del Festival di Sanremo con il brano “Parole Nuove”, scritto da Antonio Maiello, Enrico Palmosi e Nicola Marotta. A dirigere l’orchestra sul palco dell’Ariston il Maestro Pino Perris.

Il brano sarà contenuto nel suo primo vero album di inediti “Parole Nuove(Sony Music Italy), in uscita il 15 febbraio e già disponibile in preorder e presave, insieme a “Centomila volte”, canzone vincitrice di Sanremo Giovani che ha dato l’opportunità ad Einar di essere uno dei big della kermesse sanremese.

«Ancora non ci credo, andare sul palco di Sanremo è un sogno che si realizza, un’opportunità incredibile che voglio giocarmi al meglio – racconta Einar – “Parole Nuove” è un brano a cui tengo moltissimo e che non vedo l’ora di cantare. Ed é così che si chiamerà anche il mio primo vero album, non poteva esserci titolo migliore per un nuovo progetto a cui abbiamo lavorato così tanto!».

Questa la tracklist di “Parole nuove”:

  1. CENTOMILA VOLTE (brano vincitore di Sanremo Giovani)
  2. BENE
  3. PAROLE NUOVE
  4. LA POESIA DI UN IMPREVISTO
  5. MA TU RIMANI
  6. UN’ALTRA VOLTA TE
  7. ANCORA UN PO’
  8. IL MOMENTO PERFETTO
  9. I’M SORRY
  10. LO STESSO DI SEMPRE
  11. L’AMORE CON PAROLE NUOVE feat. Biondo

Einar Ortiz, nato a Santiago De Cuba nel 1993, vive nella provincia di Brescia dall’età di 9 anni. Fino a poco più di un anno fa non si era mai esibito in pubblico e non aveva mai preso lezioni di canto.
Da giovanissimo si appassiona alla musica e impara, da autodidatta, a suonare chitarra e pianoforte, in maniera non professionista.
Dopo una breve parentesi a X Factor, a fine 2017 sbarca ad Amici, dove sin da subito si fa apprezzare per il suo inconfondibile timbro e le sue doti interpretative, fino ad arrivare al terzo posto del talent show.
Il suo primo EP, intitolato semplicemente “Einar”, uscito lo scorso giugno e rimasto per settimane tra i dischi più venduti, contiene una serie di brani intensi ed emozionanti che hanno subito conquistato il pubblico, come “Salutalo da parte mia”, “Chi ama non dimentica”, e “Non c’è”, la prima canzone scritta da Einar.
Dopo l’EP uscito all’indomani di Amici, con “Centomila Volte”, scritta da Tony Maiello, Enrico Palmosi e Ivan Bentivoglio, Einar vince Sanremo Giovani avendo così la grande opportunità di entrare di diritto in gara tra i big di Sanremo 2019.

CAGE THE ELEPHANT, IL NUOVO ALBUM “SOCIAL CUES” ESCE IL 19 APRILE PER RCA RECORDS

CAGE THE ELEPHANT, IL NUOVO ALBUM “SOCIAL CUES” ESCE IL 19 APRILE PER RCA RECORDS

I Cage the Elephant annunciano l’uscita del loro nuovo album “Social Cues”, il quinto in studio della loro carriera, prevista per il 19 aprile per RCA Records, disponibile in pre-order. La band ha pubblicato anche il brano “Ready To Let Go”, accompagnato dal conturbante video diretto dallo stesso cantante Matt Schultz: https://bit.ly/2DKwDN7.

Prodotto da John Hill (Santigold, Florence + The Machine, Portugal. The Man, tUnE-yArDs), l’album è stato registrato ai Battle Tapes Recording, Blackbird Studio e Sound Emporium a Nashville e ai The Village Recording Studio a Los Angeles, mixato da Tom Elmhirst e masterizzato da Randy Merrill a New York.

“Social Cues” è il seguito di “Tell Me I’m Pretty”, album che è valso loro il Grammy come “Best Rock Album” nel 2015. Quasi tutti i testi di “Social Cues” sono stati scritti mentre la storia d’amore di Shultz stava tristemente finendo. Per cercare di dare un senso alla sofferenza, il cantante ha cercato di esplorare il suo animo creando dei personaggi che potessero interpretarne i diversi lati. «Può essere un modo perfetto per tirare fuori delle sensazioni altrimenti difficili da affrontare», ha spiegato Shultz, «quando creo cerco di pormi in uno stato d’animo reattivo in cui per lo più improvviso. Lascio andare i pensieri e li faccio “crescere” per avere una risposta emotiva e quando la ottengo so che ho raggiunto l’obiettivo. Sto guardando un sacco di film di Fassbinder come “World on a Wire” oppure “The Bitter Tears” di Petra von Kant o i film di Aronofsky e mi lascio ispirare».

I Cage The Elephant hanno avuto 7 singoli al #1 della classifica Billboard e altri 11 che hanno stazionato nella Billboard Top 10: tutti insieme hanno superato 1 miliardo e mezzo di stream al mondo.

Sono una delle band più esplosive dal vivo e hanno collezionato tour sold-out nelle Arene negli Stati Uniti e in Europa.  Profondamente ispirati dal punk, i fratelli Matt e Brad Shultz hanno iniziato a suonare insieme al liceo con i compagni Jared Champion e Daniel Tichenor. Poco dopo aver formato la band si sono trasferiti a Londra per dar il via alla loro carriera in modo professionale. Il loro album di debutto  ha fatto guadagnare loro immediatamente l’attenzione internazionale, catapultandoli al top nelle classifiche di Billboard Alternative Rock e facendoli vincere il disco di PLATINO.

I Cage The Elephant hanno pubblicato poi altri 3 album: “Thank You, Happy Birthday”, “Melophobia”  e il vincitore di Grammy “Tell Me I’m Pretty”.

Il loro ultimo lavoro è “Unpeeled”, l’album live dove hanno suonato accompagnati da un quartetto d’archi e da un coro. Ora di stanza a Nashville, i Cage The Elephant sono il cantante Matt Shultz, il chitarrista Brad Shultz, il batterista Jared Champion, il bassista Daniel Tichenor, il chitarrista Nick Bockrath e il tastierista Matthan Minster.

I Cage The Elephant saranno headliner allo Shaky Knees festival ad Atlanta il 4 maggio e molte altre date saranno presto annunciate.

TRACKLIST:

  1. Broken Boy
  2. Social Cues
  3. Black Madonna
  4. Night Running (Cage The Elephant, Beck)
  5. Skin and Bones
  6. Ready To Let Go
  7. House of Glass
  8. Love’s the Only Way
  9. The War is Over
  10. Dance Dance
  11. What I’m Becoming
  12. Tokyo Smoke
  13. Goodbye

FIORELLA MANNOIA IN RADIO DA VENERDÌ 1 FEBBRAIO CON “IL PESO DEL CORAGGIO”

FIORELLA MANNOIA  IN RADIO DA VENERDÌ 1 FEBBRAIO CON “IL PESO DEL CORAGGIO”

È “IL PESO DEL CORAGGIO” il titolo del brano che segna il ritorno di FIORELLA MANNOIA. 

Il singolo, in radio e disponibile in digitale da venerdì 1 febbraio, anticipa l’uscita di “PERSONALE”, il nuovo atteso progetto discografico, ma non solo, che riserverà tante sorprese!

Il 2019 sarà anche un anno all’insegna del live per Fiorella che, dopo i 101 concerti della stagione 2016-2017, tornerà presto sul palco per incontrare il suo pubblico e presentare dal vivo il suo nuovo album.

Il prossimo maggio il “PERSONALE TOUR”, prodotto e organizzato da Friends & Partners, farà tappa in 12 teatri d’Italia:

7 maggio – FIRENZE – Teatro Verdi
8 maggio – PARMA – Teatro Regio
11 maggio – TORINO – Auditorium Del Lingotto
12 maggio – BRESCIA – Gran Teatro Morato
14 maggio – MILANO – Teatro Degli Arcimboldi
15 maggio – BOLOGNA – Europauditorium
17 maggio – TRIESTE – Teatro Rossetti
18 maggio – PADOVA – Gran Teatro Geox
20 maggio – CESENA – Nuovo Teatro Carisport
23 maggio – ROMA – Auditorium Parco della Musica
25 maggio – BARI – Teatro Team
27 maggio – NAPOLI – Teatro Augusteo

I biglietti per le date del tour sono disponibili in prevendita su TicketOne.it, nei punti vendita e nelle prevendite abituali (per info www.fepgroup.it).

Esce per Jive records “ANIMAL” di NAYT, da oggi su tutte le piattaforme digitali

Esce per Jive records “ANIMAL” di NAYT, da oggi su tutte le piattaforme digitali

Esce oggi per JIVE RECORDS su tutte le piattaforme digitali, il nuovo singolo di NAYT, “Animal”, scritto dallo stesso e prodotto da 3D.

Un brano potente dal tiro rock e dalla metrica serrata, il ritornello è un omaggio a “Mal di Stomaco” di Fabri Fibra.

Martedì 28 gennaio uscirà invece il videoclip su YouTube.

Bio: 

Classe ’94, Nayt, al secolo William Mezzanotte, è entrato con grande determinazione nella lista delle novità più interessanti del 2018. La recente pubblicazione dei singoli “Animal”, “Fame” (in collaborazione con Madman) “Gli occhi della tigre”, e la partecipazione a Real Talk con una puntata da record, sono solo un assaggio del nuovo capitolo della carriera dell’ artista romano. 

Nonostante la giovane età, il nome di Nayt, nell’ambiente, circola da parecchio tempo. 

La prima volta che l’attenzione del grande pubblico si è concentrata sulla sua musica è stato con la pubblicazione del singolo “No Story”, prodotto da 3D, produttore con il quale lavora anche attualmente. Il sodalizio tra i due, maturato e consolidato nel tempo, ha portato all’avvicinamento di Nayt alla label VNT1, realtà fondata da 3D e di cui oggi Nayt è diventato socio e volto. Da allora, Nayt è riuscito a costruire un percorso solido e basato sui fatti e sulla coerenza, affermandosi come uno dei nomi più tecnici, prolifici ed innovativi nel panorama rap italiano, stringendo collaborazioni con alcuni dei massimi esponenti del genere in Italia.

Attualmente Nayt, fresco della pubblicazione del suo ultimo singolo “Animal” è in procinto di rilasciare il terzo volume di “Raptus”, la serie di progetti a cui ha dato il via nel 2015 e che gli ha permesso di raggiungere i risultati conseguiti finora, con la coscienza e la determinazione di chi vuole prendersi tutto ciò che gli spetta.

Esce oggi “amo”, il nuovo album dei Bring Me The Horizon

Esce oggi “amo”, il nuovo album dei Bring Me The Horizon

I BRING ME THE HORIZON, la band multi-platino di Sheffield da poco nominata ai Grammy nella categoria “Best Rock Song” per “MANTRA”, pubblicano oggi in cd e in digitale il loro nuovo atteso album “amo” per RCA Records. “medicine” è il nuovo singolo in radio da qualche giorno.

Registrato a Los Angeles, con la produzione affidata ai due membri della band Oli Sykes e Jordan Fish, “amo” segna un enorme passo avanti per la band.

È uno dei loro lavori più esaltanti e che più di tutti i precedenti si apre a nuovi generi. I primi tre brani pubblicati, tutti e tre presentati nella BBC Radio 1 Playlist, hanno già superato i 100 milioni di stream: “MANTRA”, “wonderful life” feat. Dani Filth e “mother tongue”.

Il 2019 si preannuncia un anno eccezionale per la band, così come lo è stato il 2018 quando hanno venduto più di 100mila biglietti per il loro tour in UK e in Europa, hanno fatto la loro prima apparizione allo show tv Sunday Brunch e si sono appunto guadagnati la nomination ai Grammy per il loro primo singolo tratto da “amo”: “Mantra”.  

Nel 2019 saranno headliner all’All Points East festival il 31 maggio e poi terranno un importante tour in US, dimostrando di essere senza alcun dubbio una delle band inglesi di maggior successo di questi ultimi anni.

“amo” Tracklist

  1.  i apologise if you feel something
     2.  MANTRA
     3.  nihilist blues feat. Grimes
     4.  in the dark
     5.  wonderful life feat. Dani Filth
    6.  ouch
     7.  medicine
     8.  sugar honey ice & tea
     9.  why you gotta kick me when i’m down?
    10. fresh bruises
     11. mother tongue
     12. heavy metal feat. 
    Rahzel 13. i don’t know what to say

GLOWIE in radio da venerdì 25 gennaio con “BODY” il singolo di debutto che celebra la bellezza del corpo in ogni sua forma

GLOWIE in radio da venerdì 25 gennaio con “BODY” il singolo di debutto  che celebra la bellezza del corpo in ogni sua forma

La 21enne, originaria dell’Islanda e di base a Londra, Sara Pétursdóttir, aka Glowie, debutta in Italia con il singolo “Body” (Columbia Records), da venerdì 25 gennaio in radio. Scritto insieme a Julia Michaels (Britney Spears, Selena Gomez, Shawn Mendes, Justin Bieber, Gwen Stefani, ecc.) , il brano celebra il corpo e la bellezza in ogni sua forma:

“La maggior parte delle persone a un certo punto della loro vita si sentono insicure del proprio corpo perché qualcuno o qualcosa fa capire loro che non sono all’altezza. Tutti ci confrontiamo l’uno con l’altro e ci viene insegnato che esiste un solo modo per essere belli. Questo deve cambiare.”, così dichiara Glowie a proposito di “Body”.


Nata e cresciuta a Reykjavik, quando non era in studio o non lavorava nel suo negozio di dischi preferito, Glowie era solita godersi il silenzio immersa nelle foreste di pini islandesi. L’Islanda può essere un luogo isolato, ma Glowie ha scelto di abbracciare la solitudine. Quand’era bambina trascorreva molto tempo con i suoi fratelli più grandi, che le hanno trasmesso la passione per la musica: Outkast, JT e Craig David con suo fratello e J.Lo, Sugababes e Destiny’s Child con sua sorella. L’influenza degli anni ’90 è evidente in tutto, dalla sua impressionante collezione musicale al piumino che le piace indossare, fino al suo guardaroba pieno di salopette:

“Nella mia famiglia amiamo tutti la musica; io sono la più giovane, giravo per casa assimilandola… poi, da adolescente, mi piaceva stare seduta da sola nella mia stanza ad ascoltare Frank Sinatra. Ero un po’ strana! Non avevo amici! “, commenta Glowie.

Affetta da ADHD (disturbo da deficit di attenzione/iperattività) e da una costante vortice di emozioni, Glowie è stata vittima di bullismo a scuola, cosa che le ha causato molte insicurezze, su se stessa e sul suo aspetto. Ma ha capito presto che a incanalare i suoi sentimenti nell’arte l’avrebbe aiutata. Consapevole dell’importanza del prendersi cura di sé stessi sia fisicamente che mentalmente, essendo già un modello per i suoi fan adolescenti in tutta l’Islanda ed essendo una fiera femminista,  Glowie vuole diffondere non solo positività, ma messaggi reali importanti sia sui social media che attraverso la sua musica. Su Instagram mostra orgogliosamente selfie senza trucco affermando: “L’arte non dovrebbe sembrare bella, dovrebbe far sentire qualcosa … Sono stanca di cercare di apparire bella per le altre persone e di essere in un certo modo per piacere agli altri. Quest’anno non ho intenzione di essere impeccabile, ma di essere, felice, emotiva. Dipingerò, canterò, ballerò e mi darò da fare.”Con una voce dolce e uno stile pop-R&B molto personale Glowie è pronta ad affermarsi su scala globale e a prendere il posto che merita tra gli artisti più interessanti e promettenti del 2019.