News RSS

Roshelle torna con “Drink”

Roshelle torna con “Drink”

Esce venerdì 13 aprile in radio e in digitale, “Drink”, il nuovo singolo di Roshelle, vera e propria icona del web, diventata in pochissimo tempo un punto di riferimento della nuova generazione con oltre 300 K di follower.

“Drink” prodotto da Marco Sissa, è un brano ipnotico, con un ritornello che ti rimane subito in testa, e dalle sonorità pop-dance impossibile da non ballare.

“Ho scritto ‘Drink’ l’estate scorsa insieme a Fabio Campedelli, lo stesso autore del mio primo singolo ‘What U Do To Me’.

Volevo scrivere un pezzo pop e fin dal principio capii di aver creato uno di quei ritornelli catchy e orecchiabili che ti si incastrano nel cervello.

(Drink) è una canzone che parla dei lati più complessi di una relazione, parla di amore. Parla di voler riaccendere la fiamma, di non voler lasciar andare tutto ma sedersi ad un tavolo e davanti ad un “drink” ricominciare” spiega Roshelle.

Rossella Discolo in arte Roshelle, classe 1995. Si appassiona alla musica e all’arte in generale fin dai primi anni della sua vita passati nel lodigiano, studiando canto e pianoforte, ballando e frequentando il liceo artistico. A 18 anni pubblica il suo primo video-cover su Youtube, raccogliendo inaspettatamente centinaia di migliaia di consensi, arrivando prestissimo a toccare il milione di views. La sua fan base inizia a rafforzarsi fino a quando, dopo aver superato tutti i casting, grazie alla versatilità nel cantare e rappare, ad ottobre del 2016 entra a far parte del roster di X Factor 10 (Italia).

I sostenitori si moltiplicano giorno dopo giorno, arrivando ad essere quasi mezzo milione tra Instagram, facebook e youtube: gli “anymals”. Il suo percorso all’interno del talent dura fino alla finale, classificandosi quarta ma riuscendo ad imporre il proprio stile estetico e musicale estremo, distaccato dal resto dei concorrenti.

Proprio in quel periodo (dicembre 2016) viene pubblicato il suo primo singolo, “What U Do To Me”, che nell’arco di 3 settimane viene certificato disco d’oro.

Dieci giorni dopo la fine del programma, Roshelle inizia il suo primo tour (Anymal Tour) che dura da gennaio ad aprile, toccando i 25 club più importanti d’Italia.

Quasi tutti i live sono sold-out, il riscontro è incredibile come lo è l’interesse da parte dei brand.

Questa sua spiccata propensione per l’estetica ed il suo stile eccentrico fanno si che Rolling Stone e GQ le dedichino due editoriali molto importanti. Il 9 giugno viene pubblicato, per Sony Music, il secondo suo singolo in inglese: BODY ADI.

Noemi, dal 13 aprile in radio il nuovo singolo “Porcellana”

Noemi, dal 13 aprile in radio il nuovo singolo “Porcellana”

NOEMI torna in radio con “PORCELLANA”, il nuovo singolo, in uscita venerdì 13 aprile, estratto dall’album d’inediti “LA LUNA” (Sony Music).

Il brano, che uscirà che uscirà in radio e in digitale anche nella speciale versione SHABLO REMIX, è stato scritto da Emiliano Cecere e Diego Calvetti, e affronta con tatto e delicatezza un tema molto diffuso e personale come quello degli attacchi di panico.

Noemi lo descrive così: “Ci potrebbero essere mille e un modo per raccontare gli attacchi di panico in musica ed io mi sento ferrata sull’argomento. Il titolo rimanda all’immagine della testa fragile come la Porcellana che esprime benissimo come ci si possa sentire in quei momenti dove le emozioni prendono il sopravvento, facendoti sentire nuda e fragile”.

A fine maggio Noemi sarà protagonista di due esclusive date live a Milano e Roma per presentare dal vivo i brani contenuti nell’album oltre ai suoi più grandi successi: il 29 maggio al Teatro degli Arcimboldi di Milano e il 30 maggio all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

I biglietti per le date, prodotte e organizzate da F&P Group, sono disponibili in prevendita su TicketOne (www.ticketone.it) e nei punti vendita abituali (info: www.fepgroup.it).

L’album “LA LUNA” arriva a due anni distanza dall’ultimo “Cuore d’artista” ed è composto da 13 brani inediti, tra cui “Non smettere mai di cercarmi”, canzone presentata sul palco della 68a edizione del Festival di Sanremo.

“Tra i tanti motivi per cui ho scelto il titolo “La Luna” è perché, come dice Vasco Rossi in «Dillo alla luna», mi piace l’idea di poter parlare alla luna, sperando che porti fortuna. E poi anche perché la Luna è un po’ diva, proprio come voglio vivere anch’io questo album.”

Il disco vanta alcune collaborazioni importanti tra cui quella con Francesco Tricarico che ha scritto per lei il brano dall’impronta blues/rock “La Luna Storta”; Tommaso Paradiso che firma “Autunno” e Giuseppe Anastasi che le ha regalato il brano “L’attrazione”. Presente in tutto l’album con la sua anima e la sua eredità anche Lucio Dalla: Noemi lo rievoca nella scrittura e nella produzione di “Oggi non esisto per nessuno” e in “Domani”, arrangiato con il celebre produttore Celso Valli.

“La Luna” è un album variegato e versatile, in cui convivono diversi arrangiamenti e generi: il rock, l’elettronica, ma anche il blues, il cantautorato e perfino il country come in “My good, bad and ugly”. Un disco molto femminile, coraggioso e sentito, dove una Noemi inedita si rimette in gioco sperimentando nuove sonorità e rivelando al pubblico lati inaspettati.

Battaglia Navale è il nuovo singolo di Lorenzo Fragola

Battaglia Navale è il nuovo singolo di Lorenzo Fragola

È BATTAGLIA NAVALE il brano che anticipa il nuovo lavoro di inediti di Lorenzo Fragola, in uscita per Sony Music. BATTAGLIA NAVALE è in rotazione radiofonica e disponibile in digital download e sulle piattaforme streaming da venerdì 30 marzo.

Scritto da Lorenzo Fragola e prodotto insieme a MACE, BATTAGLIA NAVALE è la prima fotografia del viaggio di crescita interiore e artistica iniziato oltre un anno e mezzo fa. Una vera e propria sfida che Lorenzo ha affrontato con scelte coraggiose, in totale autonomia, che l’hanno portato alla costruzione di un progetto in cui il perno è sempre e solo lui, dalla stesura dei pezzi alla scelta dei collaboratori e alla supervisione totale del lavoro.

È guerra la prima parola di BATTAGLIA NAVALE, la stessa guerra che nasce dalla rabbia dando vita ad un viaggio ricco di difficoltà, turbamenti ma anche di rinascite. La rabbia che fa da sottofondo al brano che “parla della solitudine e della paura nell’affrontare le scelte, in cui mi interrogavo su quale sarebbe stato il mio futuro”.

Per Lorenzo BATTAGLIA NAVALE è la prima tappa di un percorso più maturo che l’artista ha raccontato nei testi delle canzoni che comporranno la tracklist di questo suo nuovo progetto discografico.

Anche il beat scelto per questo brano rimanda ad un altalenarsi di emozioni, che dà vita a una costruzione sonora “a onda”, un continuo saliscendi che non si interrompe e in cui le chitarre, suonate in studio da Lorenzo, si fondono con la parte elettronica

BATTAGLIA NAVALE anticipa il nuovo album di inediti di Lorenzo Fragola che arriva ad aprile a due anni di distanza dal grande successo di Zero Gravity e dopo la fortunata collaborazione con Takagi & Ketra in L’Esercito del Selfie, hit che ha dominato le classifiche della scorsa estate.

Il video di BATTAGLIA NAVALE, girato a Coney Island, qui.

 

La colonna sonora di “Succede”, con The Strokes, Chainsmokers e l’inedito di Neimy

La colonna sonora di “Succede”, con The Strokes, Chainsmokers e l’inedito di Neimy

La colonna sonora di “Succede”, curata da Lorenzo Tomio e pubblicata da Sony Music Italy in digitale domani, venerdì 23 marzo, è talmente importante da diventare essa stessa protagonista del film, tratto dall’omonimo best-seller di Sofia Viscardi (Mondadori), che uscirà nelle sale italiane giovedì 5 aprile. Dal punk-rock newyorkese degli Strokes alla bella scoperta della musica indie italiana, Birthh. Dagli energici Kasabian con “Eez-Eh” al geniale rapper Nitro. E ancora, da un pezzo cult come “The Last Song” dei Trisomie 21 a un brano che ha contribuito a ridefinire il concetto di musica pop unita all’elettronica come “Roses” dei Chainsmokers, fino all’inedito, la perla “I’ve Learned” di Neimy.

Ovviamente il rapporto dei ragazzi con la musica è unico e viscerale, costituendo quest’ultima una parte sostanziale della loro giornata. Così è anche per Sofia Viscardi e la regista del film Francesca Mazzoleni che non hanno mai pensato neanche per un secondo che i pezzi della colonna sonora dovessero essere scelti per ultimi, così solo “per accompagnare”.

Sofia aveva da tempo il sogno di coinvolgere i musicisti che adora da anni, The Chainsmokers. È riuscita anche a conoscerli durante il loro primo concerto a Milano nel 2016 e a instaurare con Drew (Taggart, metà del duo) una vera e propria amicizia continuata a distanza su WhatsApp, fino a che lo ha incontrato di nuovo nel backstage del concerto dei due all’Ippodromo di Milano lo scorso luglio.

In quell’occasione, Sofia ha spiegato l’idea del film e ha chiesto ai The Chainsmokers se riuscivano a produrre un brano inedito per il film tratto dal suo libro. Loro, presi dall’entusiasmo anche per la simpatia che nutrono nei confronti di Sofia, hanno iniziato a lavorare sul brano “I’ve Learned” con la voce di Neimy ma a 4 mesi di distanza il duo che continua a portare a casa record incredibili in tutto il mondo si è reso conto che non sarebbe mai riuscito a produrre il brano rispettando la deadline.

La produzione è stata quindi continuata da Katoo (al secolo Francesco Catitti, già con Michele Bravi ed Elisa) e ne è uscita una vera bomba che accompagna i titoli di coda (e che viene accennato anche durante il film stesso).

E del duo del momento, nella colonna sonora, compare “Roses” (disco di platino in Italia, 611 milioni di streams su Spotify e oltre 168 milioni di views totali su YouTube).

Come Bonus Track, inoltre, è da segnalare “Piccole cose” di J-Ax & Fedez feat. Alessandra Amoroso, il brano doppio platino che compare nel trailer ufficiale del film.

 

La tracklist

1        The Vaccines         I Can’t Quit

2        Nitro                    Storia di un defunto artista

3        Lorenzo Tomio     Tram e Stories

4        Part time friends    Hear That Sound

5        Lorenzo Tomio     Verso il locale

6        Birthh                    Chlorine

7        Lorenzo Tomio     Il Rifugio

8        Birthh                   For the Heartless

9        The Chainsmokers Roses

10      Lorenzo Tomio     Sono solo dieci

11      Awolnation          I Am

12      Lorenzo Tomio     La pioggia

13      The Strokes          Chances

14      Neimy                  I’ve Learned (Acoustic Version)

15      Lorenzo Tomio     Planetario

16      Kasabian              Eez-Eh

17      Trisomie 21           The Last Song

18      Lorenzo Tomio     Coniglio

19      Lorenzo Tomio     Succede

20      Neimy                  I’ve Learned

 

Bonus Track (dal trailer ufficiale)

21      J-Ax & Fedez feat. Alessandra Amoroso   Piccole cose

 

 

George Ezra pubblica “Staying at Tamara’s”

George Ezra pubblica “Staying at Tamara’s”

A quattro anni di distanza dall’incredibile successo del suo singolo “Budapest”, doppio platino in Italia, e del suo album di debutto “Wanted On Voyage”, George Ezra torna sulle scene con il nuovo atteso lavoro “Staying At Tamara’s” che verrà pubblicato il 23 marzo (in cd, versione digitale, vinile bianco e vinile nero). Ezra ha definito il suo nuovo album “una collezione di canzoni sulle paure, l’amore, la voglia di scappare e sognare”. I brani “Don’t Matter Now”, “Paradise” e il singolo attualmente in radio “Hold My Girl”, ne sono una degna anticipazione.

Proprio come “Wanted On Voyage”, anche “Staying At Tamara’s” è stato scritto, creato e ispirato dai viaggi di George: dalle meraviglie dell’Isola di Skye a una fattoria di maiali a Norfolk, dalla contea del Kent con i capanni usati per la raccolta del mais a quelli per le mucche nel Galles del Nord, fino all’AirBnb a Barcellona di Tamara, proprio la protagonista del titolo dell’album. Il risultato è un album fresco, scattante, da “vento-nei-capelli” che risplende per il coraggio e la positività ma che contiene anche momenti di riflessione.

Dopo aver suonato in Nuova Zelanda, Australia e USA, il 29 marzo GEORGE EZRA partirà per un tour in Gran Bretagna che durerà fino al 18 agosto e riprenderà l’8 novembre dopo una parentesi in altri Paesi europei che lo porterà anche in Italia il 26 ottobre per un attesissimo concerto al Fabrique di Milano (tutte le date: www.georgeezra.com).

GEORGE EZRA è uno degli artisti maschili che hanno venduto di più nell’ultimo decennio. In poco più di 18 mesi EZRA è passato dall’essere un perfetto sconosciuto all’essere considerato una grande scoperta a livello internazionale, con il suo album di debutto ‘Wanted On Voyage’, entrato nella Top 10 in 10 Paesi e che ha venduto oltre 3 milioni e mezzo di copie in tutto il mondo, che gli ha permesso di vincere un Ivor Novello Award e ricevere 4 nomination ai BRITs e una ai BBC Music Award.

STAYING AT TAMARA’S” TRACKLIST

  1. pretty shining people
  2. don’t matter now
  3. get away
  4. shotgun
  5. paradise
  6. all my love
  7. sugarcoat
  8. hold my girl
  9. saviour (feat. first aid kit)
  10. only a human
  11. the beautiful dream

 

Leon Bridges annuncia “Good Thing”, il nuovo album in uscita il 4 maggio per Columbia Records

Leon Bridges annuncia “Good Thing”, il nuovo album in uscita il 4 maggio per Columbia Records

A quasi tre anni di distanza dall’acclamato album di debutto “Coming Home”, certificato oro negli Stati Uniti, torna Leon Bridges con un altro meraviglioso gioiello: il nuovo “Good Thing”, in uscita sia in digitale che in fisico il 4 maggio per Columbia Records (già disponibile il pre-order).

“Good Thing” vede la produzione esecutiva di Ricky Reed e dei fondatori del Niles City Sound e la produzione artistica di Ricky Reed. Sono stati proprio Leon stesso, i suoi collaboratori di vecchia data e i produttori di “Coming Home”, i fondatori del Niles City Sound, che hanno deciso di guardare più verso ovest e di rivolgersi al californiano Ricky Reed per dare un’impronta di r&b più moderno ma sempre rimanendo vicino allo stile che contraddistingue Bridges.

Ha raccontato Leon Bridges a proposito dell’album: «Ho amato la mia esperienza con “Coming Home”, però devo ammettere che con “Good Thing” sono davvero riuscito a esprimere tutte le mie influenze e il mio talento. Non vedo l’ora di presentarlo a tutto il mondo e soprattutto di suonare queste mie nuove canzoni dal vivo».

Leon Bridges ha pubblicato già due tracce del nuovo album: “Bet Ain’t Worth the Hand” e “Bad Bad News”. Leon, che ha uno stile estetico forte e riconiscibile, pubblicherà nelle prossime settimane dei video per entrambe le tracce.

“Good Thing” è nato proprio dalla canzone “Bad Bad News” che contiene il verso: “They say that I was born to lose, but I made a good good thing, out of bad bad news” (“Dicono che io sia nato per perdere, ma io ho fatto una cosa molto buona fuori dalle notizie davvero cattive”). La storia di Leon Bridges è conosciuta. Nel giro di un paio d’anni è passato dal lavoro di lavapiatti e dalle gare di open mic nella sua nativa Fort Worth, Texas, a essere nominato 2 volte ai Grammy, esibendosi alla Casa Bianca per il Presidente Obama e andando al Met Gala e al Saturday Night Live. Oggi è un artista con ancora più esperienza e questo album mostra in pieno la sua grande crescita. Se “Coming Home” mostrava un Leon Bridges in bianco e nero, “Good Thing” mostra un Bridges in technicolor.

Track list “Good Thing”:

Bet Ain’t Worth The Hand

Bad Bad News

Shy

Beyond

Forgive You

Lions

If It Feels Good (Then It Must Be)

You Don’t Know

MRS.

Georgia to Texas

 

Meghan Trainor torna con “No excuses”, anticipo del nuovo disco

Meghan Trainor torna con “No excuses”, anticipo del nuovo disco

 

 Meghan Trainor è tornata con un potente inno pop in onore delle donne: “NO EXCUSES”, disponibile in digitale (in radio dal 9 marzo).

«Amo il fatto che così tante donne si stiano mobilitando per ciò che è loro diritto», ha raccontato la cantautrice, vincitrice di Grammy e multi-strumentista, «per questo ho voluto scrivere per tutte noi una canzone così potente. A volte le persone mi trattano con superiorità perché sto facendo questo lavoro solo da 4 anni: è questo il motivo che mi ha spinto a scrivere la mia versione moderna di R-E-S-P-E-C-T. È tutto sull’uguaglianza dei diritti e sull’essere gentili».

Il singolo, scritto da Meghan insieme ai cantautori JKash and Andrew Wells, anticipa l’uscita del suo nuovo album prevista per i prossimi mesi.

“NO EXCUSES” è stata prodotta da Andrew Wells insieme a Meghan stessa e mischia sapientemente delle linee di basso potenti, chitarre e synth vivaci con un ritornello molto catchy. La musica allegra e vivace in realtà sottende un messaggio profondo nell’hook: “Tua madre ti ha cresciuto meglio di tutto ciò”.

Oltre al singolo Meghan ha pubblicato anche il video ufficiale, diretto da Colin Tilley, dove appare più sicura di sè e carismatica che mai (per vederlo: http://bit.ly/2GRgx3i).

Se la felicità avesse una colonna sonora sarebbe questo nuovo album della Trainor. Meghan ha superato un terribile intervento alle corde vocali che l’ha lasciata 4 mesi in ansia senza parlare e ha dimostrato di essere una vera forza della natura. Ha ricaricato se stessa con cura e ha incanalato questa energia dentro a nuova musica. Prima ha registrato tutto con Wells e poi ha aggiunto un tocco “famigliare” in ogni pezzo: ha creato un coro che comprendeva sua mamma, suo papà, i fratelli e il fidanzato ed ecco pronte le voci d’accompagnamento. É indubbiamente il suo album più grande, bello e luminoso mai fatto prima.

 

Per Meghan Trainor tutto è cominciato nel 2014 con “All About That Bass”, la canzone che l’ha fatta conoscere al mondo intero e che ha fatto di lei una superstar, certificata doppio platino in Italia. Diventato un vero e proprio fenomeno culturale, il singolo è rimasto per otto settimane al numero 1 della Hot 100 di Billboard, diventando così “il brano di un artista Epic Records ad aver detenuto per più tempo la posizione numero 1 nella Hot 100” e “quello di un’artista femminile ad aver detenuto per più tempo la posizione numero 1 nella Hot 100 nel 2014”.  Grazie a “All About That Bass”, Meghan Trainor è una delle cinque artiste al mondo ad aver ricevuto il disco di DIAMANTE.

 

Il successo di Meghan è proseguito con il singolo “Lips Are Movin” (oro in Italia), è proseguito nel 2015 con “Like I’m Gonna Use It”, in duetto con John Legend, oro in Italia, mentre nel 2016 con “No” (oro in Italia), estratto dal suo secondo album “Thank You”. Importante per la carriera di Meghan Trainor è stato anche il featuring nella mega-hit mondiale “Marvin Gaye”, singolo di debutto di Charlie Puth che ha raggiunto il triplo platino in Italia.

 

Oltre alla vittoria ai GRAMMY® 2016, ai quali si è aggiudicata il premio come “Best New Artist”, Meghan ha collezionato record e cambiato il panorama della musica e della cultura pop. Nel 2016 si è aggiudicata il premio “Favorite Album” ai People’s Choice Award con l’album d’esordio “Title”, certificato disco di platino dalla Recording Industry Association of America che nel 2015 non solo ha debuttato al numero 1 nella classifica Top 200 di Billboard, ma è anche diventato il “primo album d’esordio numero 1 in classifica di un’artista femminile solista da cinque anni a questa parte”. Si è inoltre distinto come “Uno dei soli sette album ad aver venduto oltre un milione di copie nel 2015”.

 

Meghan Trainor ultimamente ha partecipato alla prima stagione dello show “THE FOUR” in onda su Fox. Pubblica oggi il primo singolo del suo terzo album che sarà più grande che mai.

 

Mina torna il 23 marzo con nuovo album di inediti, “MAEBA”

Mina torna il 23 marzo con nuovo album di inediti, “MAEBA”

Dopo “Selfie” nel 2014 e il grande successo di MinaCelentano “Le migliori” e “Tutte le migliori” che ha collezionato 6 dischi di platino, il 23 Marzo esce “MAEBA”, il nuovo album di MINA con 12 tracce inedite e una sorpresa per gli appassionati.
Volevo scriverti da tanto è il primo singolo in radio e in digitale dal 9 marzo che sigla il nuovo progetto discografico della più grande voce italiana di sempre.

“Volevo scriverti da tanto” è una di quelle ballad melodiche che colpiscono al primo ascolto per l’emozione che suscitano e l’atmosfera che sanno creare: una di quelle canzoni che hanno bisogno di una grande interprete per esprimersi in tutta la loro pienezza.
L’autore della musica è Moreno Ferrara, che tutti conosciamo da anni per essere uno dei più titolati coristi italiani; l’autrice del testo, che è una struggente lettera ad una persona che forse nemmeno potrà leggerla, è Maria Francesca Polli, che ha nel suo curriculum collaborazioni con Roby Facchinetti, Claudio Baglioni, Franco Fasano, oltre ad aver curato la versione italiana di molte canzoni Disney e ad aver vinto più edizioni dello Zecchino D’Oro.

La produzione e l’arrangiamento di “Volevo scriverti da tanto” sono firmati da Massimiliano Pani, che è anche il produttore di tutto il nuovo album.
Maeba, già disponibile in pre-order, uscirà in 3 versioni: CD digipack, edizione limitata Vinile black (1500 pezzi) e esclusiva Amazon Vinile picture (500 pezzi).

 

Ron in gara al Festival con un brano inedito di Lucio Dalla

Ron in gara al Festival con un brano inedito di Lucio Dalla

RON sarà in gara al 68° Festival di Sanremo con “ALMENO PENSAMI”, brano inedito del grande LUCIO DALLA, che gli è stato assegnato personalmente dal Direttore Artistico Claudio Baglioni attraverso gli eredi che lo hanno custodito in questi anni e ne hanno autorizzato la pubblicazione al Festival.

Quando Baglioni, tramite Marcello Balestra, ci ha contattato per avere Lucio al Festival con un suo brano inedito – racconta Daniele Caracchi di PressingLine storica etichetta di Lucio Dalla – il nostro primo pensiero positivo è stato quello di poter festeggiare il suo 75° compleanno a Sanremo, tutti assieme, noi e i suoi amici di sempre. Quindi pensate quando ci è stato proposto Ron quale sia stata la nostra gioia, perché nessuno meglio di Lui può interpretare una delle ultime opere scritte da Lucio. Sicuramente questo brano non poteva essere in mani migliori.

“ALMENO PENSAMI” è una canzone d’amore ricca di suggestioni che farà rivivere sul palco dell’Ariston la poetica e l’anima musicale del cantautore bolognese attraverso l’interpretazione del suo storico collega e amico. Da “Il gigante e la bambina” ad “Attenti al lupo” passando per “Piazza Grande”, questi sono solo alcuni dei più grandi successi della musica italiana che testimoniano l’importante sodalizio artistico tra Ron e Lucio.

«L’invito da parte di Claudio Baglioni a cantare un brano inedito di Lucio Dalla a Sanremo mi ha profondamente colpito… non sapevo dell’esistenza di questa canzone – racconta Ron in merito alla sua partecipazione a Sanremo – È strano, nuovo e bello poter cantare un brano di un grande amico che non è più con noi, anche se per me Lucio non se n’è mai andato veramente. E mi affascina l’idea di poter interpretare qualcosa di suo, rimasto nascosto fino ad oggi, e di essere il portavoce di questo meraviglioso ricordo e omaggio. Ringrazio Claudio per questa opportunità unica e gli eredi di Lucio, grazie ai quali possiamo godere ancora tutti di nuove parole e musica di Lucio. Sarò a Sanremo dunque, con emozione, con la leggerezza e l’intensità che questo brano mi ha comunicato appena ho avuto la fortuna di ascoltarlo. E sono onorato di poter nuovamente condividere questa esperienza sul palco dell’Ariston con Lucio, come 46 anni fa… con “Piazza Grande”».

Questa sarà l’ottava volta in gara al Festival di Sanremo per RON che ha fatto il suo esordio sul palco dell’Ariston a soli 16 anni in coppia con Nada e ha vinto il Festival nel 1996 in coppia con Tosca con il brano “Vorrei incontrarti fra cent’anni”. La sua carriera come autore comincia nel 1972, quando scrive insieme a Dalla la musica di “Piazza Grande”, presentata poi a Sanremo da Lucio. Restano indimenticabili alcune sue canzoni tra le quali “Non abbiam bisogno di parole”, “Anima”, “Joe Temerario”, “Una città per cantare”, “Vorrei incontrarti fra cent’anni”, “Attenti al Lupo”.

Da non perdere i  due imperdibili concerti: il 6 maggio al Teatro dal Verme di Milano e il 7 maggio all’Auditorium Parco della Musica di Roma (Sala Sinopoli). Le prevendite saranno disponibili da venerdì 26 gennaio (ore 16.00) su Ticketone.it e da lunedì 29 gennaio (ore 16.00) nei punti vendita abituali.

Enzo Avitabile va a Sanremo e pubblica il primo “Best Of” della sua carriera

Enzo Avitabile va a Sanremo e pubblica il primo “Best Of” della sua carriera

Si intitola “PELLE DIFFERENTE” la raccolta antologica di ENZO AVITABILE in uscita il 9 febbraio, per  Sony Music. Due album – per un totale di 28 canzoni – con i successi del cantautore napoletano.

L’altra gran bella notizia è che, per la prima volta, ENZO AVITABILE sarà in gara al 68° FESTIVAL DI SANREMO con “Il coraggio di ogni giorno”. Si esibirà con PEPPE SERVILLO.

L’artista che più di ogni altro si è aperto alla sperimentazione è pronto a salire sul palco dell’Ariston per diffondere il proprio “messaggio” fatto di parole e suono.

IL “BEST OF”: PELLE DIFFERENTE

Artista sempre coerente con se stesso, aperto a nuove contaminazioni, umane e artistiche: 36 anni di carriera vissuta tutta d’un fiato raccontati in musica nella sua prima “summa” antologica dal titolo emblematico: “Pelle Differente”.

La musica come abbattimento dei confini. La musica come riscoperta delle proprie radici. La musica come parametro di vita: c’è tutto questo e molto altro ancora nel nuovo lavoro discografico di Enzo Avitabile. Un tentativo analogo lo fece il regista Premio Oscar Jonathan Demme quando, nel 2012, raccontò per fotogrammi il variegato percorso musicale dell’artista napoletano, a testimonianza della sua capacità, nel tempo, di “cambiare pelle”, uscendo da qualsiasi tipo di categoria musicale predefinita.

“PELLE DIFFERENTE” è quindi una guida nell’universo musicale di Avitabile, che premia la canzone cantautorale ed esprime la capacità di muoversi tra i suoni del mondo, conservando una propria autenticità e sposandola con i ritmi e gli stimoli provenienti dagli altri popoli. Questa l’essenza della sua musica: partire da forme codificate, per ritrovarsi in un nuovo linguaggio, che sfugge a qualsiasi definizione.

Il “best of” è un excursus sugli incontri artistici, sulle collaborazioni, sugli assemblaggi musicali sperimentati in tanti anni di carriera. Tutto s’intreccia e si confonde: generi, strumenti, musicisti: un esempio concreto di musica che non ha radici, fino ad arrivare all’inedita esperienza che lo attende, calcare il palco del teatro Ariston in occasione della 68° edizione del Festival della musica italiana.

La tracklist parte, inevitabilmente, con il brano “sanremese” Il coraggio di ogni giorno (Enzo Avitabile con Peppe Servillo) e continua con Respirando navigando; Abball’ cu me (feat. Khaled); Salvamm’ o munno (feat. Manu Dibango); Ànola trànola; Don Salvatò; Malincunìa; Tutt’ egual song’ ‘e criature (feat. Eliades Ochoa); Canta Palestina (feat. Amal Murkus); Nuie e ll’ acqua ( feat. Idir); Mane e mane (feat. Daby Touré); Soul express (feat. Toumani Diabaté & Mauro Pagani); No è no (feat. Franco Battiato); Gerardo nuvola ‘e povere (feat. Francesco Guccini); E ‘a maronn’ accumparett’ in Africa (feat. David Crosby). Il CD 2 contiene: Fratello Soul; Dolce Sweet “M”; Charlie; When I Believe; Gospel mio; Napoli Dance; S.O.S. Brothers ; Black Out; Alta tensione; Stella dissidente; Dies irae; Leave Me or Love Me; Solo.

Ed è così che nel booklet si alternano ai brani, anche scatti, ritratti e foto ricordo di Avitabile con alcuni dei suoi prestigiosi compagni di viaggi, incontrati in questi anni di carriera: James Brown, Tina Turner, David Crosby, Franco Battiato, Johnny Clegg, Djivan Gasparyan, Khaled, José Feliciano, Jonathan Demme, Toumani Diabaté, Dee Dee Bridgewater, Rita Marley, Ashraf Sharif Khan, Manu Dibango, Solomon Burke, Bob Geldof, Noa, Alvin Lee, Amina, Daby Touré e Cesaria Evora.

IL BRANO DI SANREMO: “IL CORAGGIO DI OGNI GIORNO”

È un’alchimia di emozioni e di linguaggi in movimento, testimonianza di un modo di fare l’altra musica, quella che va oltre le facili etichette: il brano scivola con naturalezza dall’italiano al dialetto, supera il concetto di “duetto” e si trasforma in un intenso dialogo reso possibile grazie alla collaborazione, fortemente voluta da Avitabile, con Peppe Servillo (vincitore al Festival di Sanremo nel 2000 con gli Avion Travel).

È un omaggio a tutti i “nessuno”, alla straordinarietà e al valore dell’uomo comune impegnato nella lotta quotidiana di arrivare a fine mese, di portare i figli all’università. Il brano si presenta con una formula espressiva innovativa, che, secondo un orientamento coerente con gli ultimi lavori dell’artista, “Black Tarantella” e “Lotto Infinito”, unisce diversi registri linguistici per raccontare, attraverso l’incrocio di suoni e gesti, l’esistenza dei “fuori di vista” – cioè coloro che vivono ai margini.

Pur nascendo dal tessuto sociale proprio dell’artista, come si legge nel brano in riferimento a Scampia – il brano perde ben presto i propri confini, superando stereotipi e luoghi comuni, per attingere invece nuove ispirazioni da tutte le fonti possibili, diventando così “musica del mondo”, inno alla vita e all’accoglienza.

Il testo è scritto a quattro mani dallo stesso Avitabile con Pacifico. Gli arrangiamenti portano la firma di Celso Valli. La produzione artistica è affidata ad Andrea Aragosa. La produzione esecutiva è di Mario Aragosa per Black Tarantella.

ENZO AVITABILE: FACCIA A FACCIA CON LA SUA CARRIERA

Vincitore di due premi Tenco, due David di Donatello, due Nastri d’argento, un Globo d’oro e un Ciak d’oro, a cui si aggiunge, nel 2017, il prestigioso Premio Ubu, per la colonna sonora del Vangelo di Pippo Delbono. Dal 1982 ad oggi ha inciso 17 album, macinato centinaia di concerti, scritto oltre 300 opere per quartetti, orchestre da camera e sinfoniche. Ora si prepara all’esordio al San Carlo, il 30 e il 31 marzo, in occasione del venerdì santo, con il suo “Tamburo a niro per voce recitante e orchestra”, fra Haydn e Mozart. A seguire un’altra produzione con il San Carlo, “L’ultimo Decamerone”, riscrittura originale dell’opera di Boccaccio nata dalla penna di Stefano Massini, di cui Avitabile firma le musiche originali.

La copertina di “PELLE DIFFERENTE”