News

I nostri artisti candidati ai TIM MTV AWARDS 2017

MTV ha annunciato gli artisti candidati TIM MTV Awards 2017, che verranno assegnati a Roma il 27 maggio. Il voto è già aperto su http://mtvawards.mtv.it/vota/.

Per la categoria Artist Saga, ci sarà una prima votazione dal 26 aprile al 2 maggio: i 32 artisti che riceveranno più like in questa fase su https://www.facebook.com/mtvitalia/ si sfideranno in una serie di “duelli” uno contro uno su http://www.mtv.it/timmtvawards.

L’evento verrà trasmesso in diretta il 27 maggio dalle 21.00 su MTV (Sky 133), MTV Music (Sky 708) e VH1 (DTT 67).

Ecco i nostri artisti candidati:

Best Italian Band
Soul System

Best Italian Male
Marco Mengoni

Best Italian Female
Alessandra Amoroso
Francesca Michielin

Best International Band
One Direction
The Chainsmokers

Best International Male
ZAYN

Best International Female
Sia

Best Artist From The World
Enrique Iglesias
Martin Garrix
Zara Larsson

Best Fan
Esercito (Marco Mengoni)

Best Video
The Chainsmokers feat. Halsey – Closer

Best New Artist
LP
Rag’n’Bone Man

Esce oggi “BEAUTIFUL ONES”, il singolo che segna il ritorno degli HURTS

Gli Hurts tornano oggi 21 aprile con un nuovo potentissimo singolo, “Beautiful Ones” (dal 28 aprile in radio), che hanno definito “una celebrazione dell’individualità”, accompagnato da un video dal contenuto decisamente forte, scritto e interpretato dallo stesso cantante Theo Hutchraft.

Da sempre, infatti, l’incredibile cura delle immagini completa la ricetta del successo del duo di Manchester, insieme a un songwriting e a un suono inimitabili. In questo nuovo lavoro la cifra stilistica è quella della provocazione: nel video si esplorano i concetti di amore, odio, brutalità e bellezza, e si crea un legame di forte empatia.

GUARDA IL VIDEO: https://youtu.be/LmVAaID4H7w

Sono passati 7 anni dal debutto con il singolo “Wonderful Life” e l’album “Happiness”: da allora il gruppo è riuscito a scalare le classifiche di vendita, entrando nelle top ten, e a diventare uno dei gruppi pop più importanti e famosi della scena odierna.

Gli Hurts hanno venduto più di 100mila biglietti solo nel 2016, diventando una delle band inglesi di maggior successo nell’ultima decade. Dopo “Happiness”, gli Hurts hanno pubblicato “Exile” (2013) e “Surrender” (2015).

Esce oggi “AVE CESARE – VENI VIDI VICI”, il primo album di LAIOUNG

Madre sierraleonese, padre pugliese e un carisma fuori dal comune. Laioung, il cui nome d’arte deriva dalla fusione delle parole “lion” e “young”, è nato nel 1992 a Bruxelles, il suo vero nome è Giuseppe Bockarie Consoli, ed è a tutti gli effetti l’astro nascente e già il punto di riferimento della scena trap italiana. Oggi 21 aprile il rapper, trapper e producer pubblica per Sony Music il suo disco d’esordio, Ave Cesare – veni, vidi, vicicon 8 inediti (2 CD con 18 brani).

Un disco che arriva dopo i milioni di visualizzazioni e streaming totalizzati sulle piattaforme digitali negli ultimi mesi. Un doppio CD che include “Giovane Giovane”, hit con i featuring di Izi e Tedua che ha consacrato l’esplosione di Laioung insieme a “Quello che voglio”, l’ultimo singolo Vengo dal basso, con la partecipazione di Guè Pequeno, e nuovi inediti che ne confermano il grande talento.

Cresciuto in una famiglia di artisti (nonno paterno tenore, madre cantante, rapper e straordinaria performer dal vivo, un padre con un passato da sassofonista-flautista in gruppi progressive anni ’70 e uno zio cantautore blues-soul), Laioung vive in continuo movimento fra Bruxelles, Parigi, Londra, il Canada e varie città italiane – tra cui Milano, sua base attuale, che cita a più riprese nel disco – e si definisce dunque un cittadino del mondo, tratto che si riflette sia nei suoi testi sia nei suoni e ritmi che produce.

Nella sua musica, Laioung riesce a distillare diversi generi e a incrociare differenti culture nell’intento di produrre un sound originale e lanciare un messaggio positivo. Un mix di personalità, consapevolezza, rivalsa, spocchia ma anche romanticismo veicolato da ritmi urbani con bassi di impatto e melodie distorte dall’autotune che hanno il sapore di un r’n’b quanto mai contemporaneo.

Oltre a mettere in campo la sua storia personale, ricca di esperienze e all’insegna del multiculturalismo, Laioung dà voce alle seconde generazioni, parlando di quartieri metropolitani occidentali ma anche di Africa, rivendicando la possibilità concreta di farcela partendo dal basso e senza contare su appoggi esterni, dando voce e sostanza ad un modello positivo per i tantissimi giovani di G2.

Nell’album trova spazio anche un omaggio a Pino Daniele in “Fuori (Je so pazz)” e un brano dal titolo “Petrolio” che con sonorità tipicamente trap racconta i danni provocati dal petrolio all’ambiente e l’importanza di sviluppare una coscienza ecologista, temi molto lontani da quelli solitamente proposti dal genere.

A suo agio sia con il pianoforte sia con la chitarra, Laioung è un artista a 360 gradi che, con grande versatilità, riesce a dare il massimo come autore, compositore, interprete e arrangiatore sempre a condizione di rimanere libero di esprimersi muovendosi disinvoltamente fra vari suoni e ritmi, senza dover essere necessariamente classificato in un solo genere musicale.

Laioung è membro fondatore di RRR Mob, il primo collettivo musicale nato in Italia interamente composto da ragazzi di seconda generazione, meticci o figli di immigrati. Due membri di RRR Mob, Momoney e Isi Noice, sono altri due ospiti in di un disco che è il biglietto da visita di una nuova personalità artistica, con una forza che arriva da una storia di vita vissuta che in Italia non si era mai sentita prima.

TRACKLIST

CD 1

1) Giovane Giovane Ft. Izi, Tedua (Prod. Laioung)
2) Senza Nessun Dubbio (Prod. Laioung)
3) Petrolio (Prod. Laioung)
4) 6.000 € (Prod. Laioung)
5) Poco Ma Sicuro (Prod. Laioung)
6) Don Vito (Prod. Larry Joule & Laioung
7) La Nuova Italia (Prod. Laioung)
8) Quanto Ci Tieni (Prod. Laioung)
9) Veri Per Sempre (Prod. Laioung)

CD 2

1) Vengo Dal Basso Ft. Guè Pequeno (Prod. Laioung)
2) Quello Che Voglio (Prod. Laioung)*
3) Gente Sveglia (Prod. Laioung)
4) 48 ORE Ft. Momoney e Sedrick (Prod. Laioung)
5) Fuori! (Je So Pazz) (Prod. Laioung)
6) Andrea Bocelli (Prod. Laioung)
7) Milano City Gang feat. Isi Noice (Prod. Laioung)
8) Porta Venezia (Prod. Laioung)
9) SOLUZIONI (Prod. Laioung)

INSTORE TOUR

21/04 MONDADORI TORINO ore 15.00
22/04 VERONA FELTRINELLI ore 15.00 + PADOVA MONDADORI ore 18.00
23/04 MILANO MONDADORI VIA MARGHERA ore 15.00
26/04 BRESCIA MONDADORI ore 17.30
27/04 GENOVA MONDADORI ore 17.30
28/04 ROMA DISCOTECA LAZIALE ore 15.00 + NAPOLI FELTRINELLI ore 18.30
29/04 BOLOGNA MONDADORI ore 15.00
02/05 VARESE DISCHI ore 15.30 + COMO FRIGERIO ore 18.00

Uscirà il 2 giugno “IS THIS THE LIFE WE REALLY WANT?”, il nuovo album di inediti di ROGER WATERS

Roger Waters, la mente creativa e l’autore dei testi dei Pink Floyd, pubblica il suo primo album rock dopo 25 anni, “Is This The Life We Really Want?”, in uscita il 2 giugno per Columbia Records (in versione CD digipack, doppio vinile e digitale). Da domani, 21 aprile, sarà disponibile il pre-order per tutti i formati.

Waters darà il via il 26 maggio da Kansas City al North American Us + Them Tour che si concluderà il 28 ottobre a Vancouver (per info: rogerwaters.com) .

L’ultimo album di Roger Waters è “Amused To Death”, uscito nel 1992: una sorta di studio visionario della cultura popolare, che indagava il tema del potere della televisione nell’epoca della prima Guerra del Golfo. Ora, l’atteso seguito “Is This The Life We Really Want?” è una dura presa di posizione nei confronti del mondo contemporaneo e di quest’epoca confusa, ed è il naturale successore di grandi classici dei Pink Floyd come “Animals” e “The Wall”.

Il nuovo album di Roger Waters è prodotto e mixato da Nigel Godrich (già con Radiohead, Paul McCartney, Beck, U2, creatore della serie tv-web “From the Basement”) ed è composto da 12 tracce scritte e suonate da Waters stesso.

I musicisti che hanno suonato in “Is This The Life We Really Want?” sono: Roger Waters (voce, chitarra e basso acustici), Nigel Godrich (arrangiamenti, sound collages, tastiere, chitarra), Gus Seyffert (basso, chitarra, tastiere), Jonathan Wilson (chitarra, tastiere), Joey Waronker (batteria), Roger Manning (tastiere), Lee Pardini (tastiere), e Lucius (voce) con Jessica Wolfe e Holly Proctor.

La tracklist di “Is This The Life We Really Want?”

  1. When We Were Young
  2. Déjà Vu
  3. The Last Refugee
  4. Picture That
  5. Broken Bones
  6. Is This The Life We Really Want?
  7. Bird In A Gale
  8. The Most Beautiful Girl
  9. Smell The Roses
  10. Wait For Her
  11. Oceans Apart
  12. Part of Me Died

Il testo di “Wait for Her” è stato scritto da Roger Waters che si è ispirato alla traduzione di un anonimo di “Lesson from the Kama Sutra (Wait for Her)” di Mahmoud Darwish.

Uscirà il 27 ottobre il nuovo album di inediti di GIANNA NANNINI

È fissata per il 27 ottobre 2017 l’uscita del nuovo attesissimo disco di inediti di Gianna Nannini.

A più di quattro anni dal suo ultimo lavoro e dopo il successo delle raccolte Hitalia e Hitstory, Gianna tornerà in autunno con un album incredibile su etichetta Sony Music, che sarà anticipato dal primo singolo in tutte le radio da settembre.

Reduce dalla prima parte di un tour europeo di enorme successo, Hitstory European Tour, dove la rocker ha letteralmente sbalordito il pubblico registrando un sold out dopo l’altro, si esibirà sabato 22 aprile sul palco dell’Olympia di Parigi per poi toccare Bruxelles, per la prima volta Bulgaria e Romania e concludere questa avventura live il 29 Luglio in Germania al Castello di Kapfenburg.

Al momento sono già state programmati tre straordinari concerti a Roma (2 dicembre – Palalottomatica), Milano (4 dicembre – Mediolanum Forum) e Firenze (6 dicembre – Nelson Mandela Forum) per presentare il nuovo disco.

Le prevendite apriranno venerdì 28 aprile alle ore 11.00 su Ticketone e presso i punti vendita abituali.

È uscito “THE SEARCH FOR EVERYTHING”, il nuovo album di JOHN MAYER

John Mayer, sofisticato cantautore e ottimo chitarista americano, è finalmente tornato: venerdì 14 aprile è uscito in digitale il suo nuovo e settimo album “The Search For Everything”, che verrà pubblicato venerdì 21 aprile in versione fisica, su CD e doppio LP.

Il disco è stato registrato ai Capitol Studios di Hollywood, è stato prodotto da Steve Jordan e vede la partecipazione di Pino Palladino al basso. Unica ospite del disco la cantautrice americana Sheryl Crow, nella canzone “In The Blood”.

Mayer ha sempre percorso vari stili con una capacità straordinaria: dal rock al blues, dall’hip hop al jazz fino al country. In passato si è esibito e ha inciso dischi con molti artisti da Eric Clapton a BB King, Buddy Guy, Herbie Hancock, Jay Z, Alicia Keys, Kanye West, Pino Palladino e Steve Jordan.

Con i precedenti lavori da studio “Room For Squares”, “Heavier Things”, “Continuum”, “Where The Light Is”, “Battle Studies”, “Born And Raised”,  “Paradise Valley” e i 3 album live, John Mayer si aggiudicato ben 7 Grammy Awards e venduto oltre 20 milioni di copie in tutto il mondo. Nel 2007 la prestigiosa rivista Time lo ha inserito nella lista dei 100 pensatori, leader, artisti ed entertainer contemporanei più autorevoli.  

In molti, in Italia, hanno avuto modo di conoscerlo da vicino e di restare incantati dal suo carisma sul palco del Circo Massimo dove ha regalato un’intensa performance solista, prima dello show dei Rolling Stones del giugno 2014.

Gli appassionati dei classici del rock psichedelico l’avranno scoperto di recente, da quando, nel 2015, Bob Weir dei Grateful Dead l’ha scelto come chitarrista nei suoi Dead & Company, superband formata insieme ad altri due storici compagni di band, Mickey Hart e Bill Kreuzmann.

I più attenti, invece, saranno rimasti ipnotizzati dalla sua inimitabile chitarra al fianco di Ed Sheeran alla cinquantasettesima edizione dei Grammy nel 2015.

L’album “The Search For Everything” è stato anticipato da due EP digitali, contenenti 4 nuove canzoni ciascuno  (il 20 gennaio scorso è uscito “The Search For Everything – Wave One” con “Movin On”, “Changing”, il primo singolo “Love On The Weekend” e “You’re Gonna Live Forever in Me”, e il  24 febbraio “The Search For Everything – Wave Two”, con “Still Feel Like Your Man”, “Emoji of a Wave”, “Helpless”e “Roll It On Home”). Oltre a questi 8 brani, in “The Search For Everything” ne sono presenti altri 4 (“In the Blood”, “Theme from ‘The Search for Everything”, “Never on the Day You Leave” e “Rosie”). Da poco è uscito il video di “Still Feel Like Your Man”, il singolo attualmente in promozione: http://smarturl.it/sflymvideo.

La tracklist dell’album:

Still Feel Like Your Man
Emoji of a Wave
Helpless
Love On The Weekend
In The Blood
Changing
Theme from “The Search for Everything”
Moving On and Getting Over
Never On The Day You Leave
Rosie
Roll It On Home
You’re Gonna Live Forever In Me


John Mayer

Originario del New England, John Clayton Mayer, che quest’anno compie 40 anni, cresce a Fairfield, in Connecticut, insieme ai due fratelli. Il padre, preside, e la madre, insegnante, assecondano la sua precoce passione per la chitarra che John inizia a suonare già all’età di tredici anni. La passione diventa presto un’ossessione i cui sforzi saranno ripagati dalla brillante carriera che gli si presenterà davanti. Eppure i genitori inizialmente sono così preoccupati dalla sua immersione maniacale nel mondo della musica da decidere di portarlo in visita da psicologi e psichiatri. Non è un’adolescenza molto semplice la sua e la situazione non migliora quando, a soli diciassette anni, è ricoverato per problemi cardiaci. Proprio durante la permanenza di una settimana in ospedale, però, arriva l’illuminazione e il giovane Mayer, ancora scosso dall’episodio, decide di scrivere i suoi primi testi nella prima notte dopo le dimissioni. Da quel momento intuisce che la sua carriera sarà nel mondo della musica.

I genitori cercano di trovare un punto di mediazione obbligandolo a iscriversi al college, consentendogli, tuttavia, di iscriversi in un istituto musicale, nella fattispecie il rinomato Berklee College of Music di Boston. Il patto dura poco, perché dopo appena due semestri, John Mayer e il compagno di college e sala prove, Clay Cook, decidono di fare le valigie e di trasferirsi ad Atlanta per mettere in piedi un progetto musicale, i LoFi Masters. I due suonano ovunque e si fanno conoscere da influenti addetti ai lavori del luogo, ma presto le loro strade si divideranno per la volontà di Mayer di intraprendere percorsi più pop. Nel 2000 presenta il suo EP autoprodotto “Inside Wants Out” affiancato dal produttore David LaBruyere al prestigioso SXSW di Austin. Grazie al suo talento e alle sue doti canore, colpisce al cuore la nuova label Aware Records che gli propone subito un contratto, pubblicando, un anno dopo, il suo LP d’esordio “Room For Squares”, inizialmente uscito solo su internet e presto remixato e distribuito da Columbia, per cui usciranno tutti i successivi album di Mayer.

È l’anno della svolta: trainato da autentiche gemme quali “No Such Thing”, “Why Georgia” e “Your Body Is a Wonderland” (brano premiato ai Grammy come migliore performance pop vocale maschile), il disco, che a oggi ha venduto quasi cinque milioni di copie, arriva velocemente in Top 10 su Billboard. Il neanche venticinquenne John Mayer, che guadagna un’altra nomination ai Grammy come migliore novità musicale, sembra in grado, come pochi autori contemporanei, di ridare lustro e vita alla tradizione del songwriting americano, grazie a un’anima pop che ha il respiro dei grandi classici del blues e del folk. Piace alla critica e a un pubblico traversale e in molti lo considerano una sorta di erede spirituale di Dave Matthews.

Nemmeno due anni dopo arriva il disco della consacrazione, “Heavier Things”, che conquista il primo posto in classifica e un altro ambitissimo Grammy, grazie a “Daughters”, che vince il titolo di canzone dell’anno battendo a sorpresa le favoritissime “Boulevard of Broken Dreams” dei Green Day, “Jesus Walks” di Kanye West, “The Reason” degli Hoobastank e soprattutto “If I Ain’t Got You” di Alicia Keys, che come ammette John, non senza umiltà e stupore, nel corso della premiazione, meritebbe il riconoscimento più della sua “Daughters”. In questi anni iniziano a susseguirsi una serie di grandi apparizioni sui palchi nordamericani, da chitarrista per l’icona del jazz Herbie Hancock e per le leggende del blues B.B. King, Buddy Guy ed Eric Clapton. La sua voce finisce nei credits della hit “Go” del rapper Common e di “Bittersweet Poetry”, hidden track del popolarissimo album “Graduation” di Kanye West. Nel 2004 Steve Jobs lo invita come guest nel suo tradizionale discorso di inizio anno al Macworld Conference & Expo. Apprezzatissimo come vocalist e come chitarrista da un seguito sempre più vasto, grazie a queste collaborazioni si avvicina sempre di più al mondo mainstream e del gossip, anche per le sue chiacchieratissime relazioni sentimentali che di lì agli anni venire, lo legheranno a Jennifer Love Hewitt, Jessica Simpson, Jennifer Aniston, Katy Perry e Taylor Swift. Il terzo album, “Continuum”, esce nel 2006 alla fine del suo primo tour di supporto ai Rolling Stones. Nell’album si avverte un cambio di direzione che lo porta verso sonorità sempre più consapevolmente rock e adulte. Arrivano altri due Grammy, quello per il migliore album pop dell’anno e per la migliore canzone pop dell’anno, grazie a”Waiting on the World to Change”. Nell’autunno dello stesso anno compare nelle celebri serie televisive C.S.I. (con “Waiting on the World to Change” e “Slow Dancing in a Burning Room”) e Dr. House (con “Gravity”). Nel 2007 Time lo inserisce nella lista dei personaggi più influenti dell’anno e il seguito di “Continuum”, uscito nell’autunno del 2009, ripete il successo commerciale del suo predecessore, assestandosi già nella settimana d’uscita al primo posto di Billboard. “Battle Studies”, accompagnato da un imponente tour nelle grandi arene, consolida il sound di John Mayer, diventato ormai un marchio di fabbrica, in un perfetto equilibrio tra pop e rock. Non a caso nello stesso anno trionfa, ancora una volta ai Grammy, grazie a “Gravity” (migliore performance pop vocale maschile) e “Say” (migliore performance rock maschile). L’ascesa sembra inarrestabile, ma come tutte le storie di successo, piovono dal cielo i primi intoppi, legati ad alcune controverse interviste sulla sua vita privata rilasciate ai media americani e alle complicazioni di una grave infiammazione alle corde vocali che lo costringe a lunghe settimane di break. John si ritira in cerca di solitudine e conforto, nell’estrema periferia del Montana, a Bozeman, dove trova una nuova ispirazione per portare a termine “Born And Raised”, album molto intimo e “americano” che lo riporta indietro nel tempo alla ricerca delle radici della musica della tradizione a stelle e strisce.

L’album conquista subito i vertici delle classifiche, vi resta al primo posto per più di due settimane, ma il riacutizzarsi della sua infezione lo costringe a un nuovo periodo di riposo “vocale”. Negli stessi mesi compare con la sua Fender al fianco dei Rolling Stones in New Jersey e poi in TV al fianco di Frank Ocean, prima di tornare a tempo pieno sui palchi nordamericani. Lo stesso Frank Ocean e Katy Perry figureranno come guest del suo sesto album, “Paradise Valley”, pubblicato nell’agosto del 2013 e dedicato alle valli del Montana che lo hanno adottato in questi ultimi anni e dove tuttora risiede. Il successo commerciale resta intatto nonostante le nuove contaminazioni: secondo posto nella settimana su Billboard e a oggi 350mila copia vendute in tutto il mondo. Tra tour, performance di supporto ai Rolling Stones e il nuovo progetto con i reduci dei leggendari The Grateful Dead, John Mayer non smette mai di scrivere canzoni e nel 2016 inizia a registrare il suo settimo album “The Search Of Everything”, uscito in digitale il 14 aprile e atteso per il 21 in versione fisica.

Durante il tour mondiale, John Mayer farà tappa anche in Europa tra il 3 e il 12 maggio:

3 maggio    Amsterdam, NL             Ziggo Dome
5 maggio    Herning, DK                  Jyske Bank Boxen
7 maggio    Stoccolma                      Ericcson Globe
8 maggio    Oslo                                Spektrum
9 maggio    Copenhagen                  Royal Arena
12 maggio  Londra                            The O2

Uscirà il 10 novembre il nuovo album di BIAGIO ANTONACCI. Al via il 15 dicembre il tour

Il 10 novembre uscirà, su etichetta IRIS/SONY MUSIC ITALIA, il nuovo album di inediti di Biagio Antonacci, a più di tre anni di distanza dal successo del multiplatino “L’amore comporta”.

E dopo le uniche speciali date evento di Milano e Roma (5 sold-out) dello scorso settembre, il cantautore debutterà il 15 dicembre dal Nelson Mandela Forum di Firenze, con un nuovissimo tour live che lo accompagnerà in giro per tutta Italia.

I biglietti per il tour, prodotto e organizzato da F&P Group, in collaborazione con IRIS S.r.l., saranno disponibili in prevendita dalle ore 16:00 di oggi, martedì 18 aprile,  online sul sito di TicketOne (www.ticketone.it) e in tutti i punti vendita autorizzati.

RTL 102.5 è radio partner del tour.

Il calendario

Venerdì 15 dicembre 2017 – Firenze (Nelson Mandela Forum)
Sabato 16 dicembre 2017 – Rimini (105 Stadium)
Lunedì 18 dicembre 2017 – Lugano (Pala Resega)
Martedì 19 dicembre 2017 – Genova (105 Stadium)
Giovedì 21 dicembre 2017 – Torino (Pala Alpitour)
Mercoledì 27 dicembre 2017 – Pescara (Pala Giovanni Paolo II)
Venerdì 29 dicembre 2017 – Acireale (Pal’Art Hotel)
Lunedì 8 gennaio 2018 – Bari (Pala Florio)
Sabato 13 gennaio 2018 – Eboli SA (Pala Sele)
Martedì 16 gennaio 2018 – Reggio Calabria (Palasport)
Venerdì 19 gennaio 2018 – Perugia (Pala Evangelisti)
Sabato 20 gennaio 2018 – Livorno (Modigliani Forum)
Martedì 23 gennaio 2018 – Pesaro (Adriatic Arena)
Mercoledì 24 gennaio 2018 – Mantova (Pala Bam)
Venerdì 26 gennaio 2018 – Padova (Kioene Arena)

Uscirà il 12 maggio l’album di debutto omonimo di HARRY STYLES

Harry Styles annuncia la pubblicazione, in contemporanea mondiale, del suo attesissimo album di debutto da solista, “HARRY STYLES”, prevista per venerdì 12 maggio. Il disco sarà disponibile in quattro versioni: CD, CD Deluxe Limited Edition (con copertina rigida e libretto da 32 pagine contenente foto esclusive scattate durante la registrazione in studio), Vinile 180 g e digitale. Tutti I formati saranno disponibili in pre-order da domani, 14 aprile.

L’album includerà 10 tracce, tra cui il singolo di lancio “Sign Of The Times”, che il giorno della sua uscita ha raggiunto immediatamente il #1 in classifica in 84 Paesi.

Il produttore esecutivo del disco è Jeff Bhasker (Ed Sheeran, Alicia Keys, Bruno Mars, P!nk e molti altri), cui si affiancano alla produzione Alex Salibian, Tyler Johnson and Kid Harpoon.

Domenica 15 aprile Harry Styles si esibirà allo show di NBC “Saturday Night Live” che, per la prima volta nelle sue 42 stagioni, sarà in onda in diretta contemporaneamente in tutti gli Stati Uniti.

Una settimana dopo, il 21 aprile, Harry farà il suo debutto solista nel Regno Unito nel talk show inglese della BBC vincitore di un Bafta Award, The Graham Norton Show.

TRACKLIST

  1. Meet Me in the Hallway
  2. Sign of the Times
  3. Carolina
  4. Two Ghosts
  5. Sweet Creature
  6. Only Angel
  7. Kiwi
  8. Ever Since New York
  9. Woman
  10. From the Dining Table

22 nomination per i CHAINSMOKERS ai BILLBOARD MUSIC AWARDS 2017

I The Chainsmokers continuano a mietere successi: sono ben 22 le nomination che il duo si aggiudica ai Billboard Music Awards 2017. Beyoncé segue con 8 nomination, mentre  Justin Timberlake conquista 4 candidature dirette più quella per Trolls come migliore colonna sonora.

Ecco tutti i nostri artisti candidati:

Top Artist
Beyoncé
The Chainsmokers

Top New Artist
ZAYN

Billboard Chart Achievement Award Presented by Xfinity
The Chainsmokers

Top Female Artist
Beyoncé
Sia

Top Male Artist
Future

Top Duo/Group
The Chainsmokers

Top Billboard 200 Artist
Beyoncé

Top Hot 100 Artist
The Chainsmokers

Top Song Sales Artist
The Chainsmokers
Justin Timberlake

Top Radio Songs Artist
The Chainsmokers

Top Streaming Songs Artist
The Chainsmokers

Top Touring Artist
Beyoncé
Bruce Springsteen & E Street Band

Top R&B Artist
Beyoncé

Top R&B Album
Lemonade Beyoncé

Top R&B Tour
Beyoncé

Top Rap Artist
Future

Top Rap Tour
Future

Top Country Tour
Dixie Chicks

Top Rock Tour
Bruce Springsteen & E Street Band

Top Latin Artist
Nicky Jam

Top Dance/Electronic Artist
The Chainsmokers
Calvin Harris

Top Gospel Artist
Kirk Franklin

Top Billboard 200 Album
Lemonade Beyoncé

Top Soundtrack/Cast Album
Trolls

Top Rap Album

Major Key DJ Khaled
We Got It From Here…Thank You 4 Your Service A Tribe Called Quest

Top Rap Collaboration
“Bad Things” Machine Gun Kelly & Camila Cabello

Top Dance/Electronic Album
Bouquet The Chainsmokers
Collage The Chainsmokers
Cloud Nine Kygo

Top Gospel Album
Losing My Religion Kirk Franklin

Top Hot 100 Song
“Closer” The Chainsmokers
“Don’t Let Me Down” The Chainsmokers
“Can’t Stop The Feeling!” Justin Timberlake/TROLLS

Top Selling Song
“Closer” The Chainsmokers
“Don’t Let Me Down” The Chainsmokers
“Can’t Stop The Feeling!” Justin Timberlake/TROLLS

Top Radio Song
“Closer” The Chainsmokers
“Don’t Let Me Down” The Chainsmokers
“Cheap Thrills” Sia feat. Sean Paul
“Can’t Stop The Feeling!” Justin Timberlake/TROLLS

Top Streaming Song (Audio)
“Closer” The Chainsmokers

Top Streaming Song (Video)
“Closer” The Chainsmokers

Top Collaboration
“Closer” The Chainsmokers
“Don’t Let Me Down” The Chainsmokers
“Cheap Thrills” Sia feat. Sean Paul

Top Country Song
“Setting The World On Fire” Kenny Chesney feat. P!nk

Top Country Collaboration
“Setting The World On Fire” Kenny Chesney feat. P!nk
“Different For Girls” Dierks Bentley feat. Elle King

Top Latin Song
“Duele El Corazon” Enrique Iglesias
“Hasta El Amanecer” Nicky Jam
“Chantaje” Shakira feat. Maluma
“La Bicicleta” Carlos Vives and Shakira

Top Dance/Electronic Song
“Closer” The Chainsmokers
“Don’t Let Me Down” The Chainsmokers
“This Is What You Came For” Calvin Harris feat. Rihanna

Top Gospel Song
“Wanna Be Happy” Kirk Franklin

 

SPECIAL RECOGNITION

Top Hot 100 Song
Drake feat. WIZKID & Kyla “ONE DANCE”

Top Selling Song
Drake feat. WIZKID & Kyla “ONE DANCE”

Top Radio Song
Drake feat. WIZKID & Kyla “ONE DANCE”

Top Streaming Song (AUDIO)
Drake feat. WIZKID & Kyla “ONE DANCE”
The Weeknd Featuring Daft Punk, “Starboy”

Top Collaboration
Drake feat. WIZKID & Kyla “ONE DANCE”
The Weeknd Featuring Daft Punk, “Starboy”

Top R&B Song
Drake feat. WIZKID & Kyla “ONE DANCE”
The Weeknd Featuring Daft Punk, “Starboy”

Top R&B Collaboration
Drake feat. WIZKID & Kyla “ONE DANCE”
The Weeknd Featuring Daft Punk “I Feel It Coming”
The Weeknd Featuring Daft Punk, “Starboy”

Top Soundtrack/Cast Album
“You Don’t Own Me”” – GRACE Feat G-EAZYSUICIDE SQUAD: THE ALBUM
“Standing In The Rain” – Action Bronson, MARK RONSON and Dan Auerbach – SUICIDE SQUAD: THE ALBUM

Top Dance/Electronic Song
Major Lazer Feat. Justin Bieber & , “COLD WATER”

I Billboard Music Awards verranno assegnati il prossimo 21 maggio.

Esce oggi “SIGN OF THE TIMES”, il singolo di debutto solista di HARRY STYLES

Harry Styles lancia oggi il suo singolo di debutto da solista, “Sign of the Times”, disponibile in tutto il mondo in radio e in digitale.

“Sign of the Times” è co-scritta da Styles e prodotta da Jeff Bhasker (Ed Sheeran, Alicia Keys, Bruno Mars, P!Nk e molti altri), Alex Salibian e Tyler Johnson.

Il videoclip ufficiale, che uscirà a fine mese, è stato girato in Scozia, sull’Isola di Skye, ed è diretto dal celebre regista/musicista francese Yoann Lemoine.

Il 15 aprile Harry si esibirà al “Saturday Night Live” sulla NBC che, per la prima volta nelle sue 42 stagioni, sarà in onda in diretta contemporaneamente in tutti gli Stati Uniti.

Una settimana dopo, il 21 aprile, Styles farà il suo debutto solista oltreoceano nel talk show inglese della BBC vincitore di un Bafta Award, The Graham Norton Show.