Skip to content

News RSS

La straordinaria voce di ALICIA KEYS insieme a PEDRO CAPÓ e FARRUKO nella nuova versione bilingue della hit globale ai vertici di tutte le chart “CALMA (Alicia Remix)” da oggi in radio e in digitale

La straordinaria voce di ALICIA KEYS insieme a  PEDRO CAPÓ e FARRUKO  nella nuova versione bilingue  della hit globale ai vertici di tutte le chart “CALMA (Alicia Remix)” da oggi in radio e in digitale

La hit doppio platino in Italia, che domina da mesi le classifiche mondiali, si arricchisce di una nuova straordinaria voce, quella della raffinata vincitrice di 15 Grammy, Alicia Keys, che si unisce a Pedro Capò e Farruko per la nuova versione bilingue “Calma (Alicia Remix), da oggi in radio e in digitale. Il singolo è accompagnato da un coinvolgente video diretto da Edgar Esteves  e girato nelle strade e sulle spiagge di San Juan a Porto Rico.

Il successo di “Calma (Remix)” è inarrestabile: è stato certificato diamante negli Stati Uniti, in Messico e in diversi Stati Latinoamericani, ha collezionato certificazioni multiplatino in Europa e totalizzato complessivamente più di 1,4 miliardi di stream; ha raggiunto i vertici delle chart di tutto il mondo, tra cui #1 della classifica FIMI/Gfk dei singoli in Italia, #1 della Billboard Latin, #1 della classifica globale di YouTube, #1 della classifica Global di Spotify, #1 della Top 50 Viral di Spotify in 28 Paesi (tra cui Italia e US), #1 della classifica Italia di Shazam, #2 della classifica Top 50 Italia di Spotify e della classifica global di Shazam. Conta oltre 432 milioni di stream e più di 960 milioni di visualizzazioni su YouTube

In contemporanea con il successo planetario del singolo, Pedro Capò incontrerà il suo pubblico, sempre più numeroso, in occasione dei concerti che lo vedranno protagonista negli Stati Uniti, in America Latina e in Europa. È prevista anche una tappa italiana: 10 luglio – Caserta Music Festival.

Proseguendo orgogliosamente l’eredità musicale della sua famiglia (come nipote del leggendario Bobby Capó), Pedro Capó è il cantautore e musicista vincitore di un Latin Grammy, che sta rapidamente diventando l’hitmaker di nuova generazione di Porto Rico, come da tradizione delle eccezionali voci pop che arrivano da quest’isola. Con la canzone “Calma”, uscita nella sua prima versione a fine 2018, Capó vuole invitare le persone di tutto il mondo a sfuggire al caos quotidiano e allo stress della vita con un’immersione nell’atmosfera più rilassata della spiaggia di Puerto Rico. Poco dopo la sua pubblicazione, la star della musica urban Farruko, diventato subito grande fan del brano, contatta personalmente Pedro per realizzare insieme un remix. Il perfetto abbinamento di morbide ritmiche urban con la melodia rilassata melodia della traccia ha creato un successo globale ampiamente apprezzato che ha raggiunto numeri record.

Esce domani 19 aprile, in radio e in digitale, “CHAMELEON”, il primo singolo di MICHELA, vincitrice della prima edizione di X Factor Malta

Esce domani 19 aprile, in radio e in digitale, “CHAMELEON”, il primo singolo di MICHELA, vincitrice della prima edizione di X Factor Malta

Esce domani, venerdì 19 aprile, in radio e in digitale “Chameleon”, il nuovo singolo di Michela la vincitrice della prima edizione di XFactor Malta.

Michela rappresenterà Malta all’Eurovision Song Contest, che quest’anno si svolgerà in Israele, con il brano “Chameleon” ed è la prima volta in assoluto che un vincitore di X Factor partecipa direttamente alla competizione internazionale.  

La diciottenne attualmente vive sulla piccola isola Gozo, che fa parte dell’arcipelago Maltese e viene definita una gemma nascosta del Mediterraneo. Il suo talento sconosciuto è esploso sul palco di X Factor, lasciando i giudici senza parole, e portandola a vincere il talent e ad assicurandosi un contratto con Sony Music, come se fosse sempre stato il suo destino. In precedenza aveva vinto la Music Talent League in Lituania, era arrivata in finale nella competizione ‘Baltic Voices’ e aveva partecipato all’Artist Development Programme di Ultimate Artists a Londra, dove ha avuto modo di lavorare con il produttore di Rihanna. Il video della Room Audition di Michela è diventato virale sulla pagina Facebook ufficiale di X Factor Global, raggiungendo 6 milioni di views. Gli elogi e la straordinaria reazione del pubblico di fronte alla sua potente e originale voce sono stati del tutto giustificati.

Michela si definisce una teenager come tutti gli altri, ma con un’incredibile passione per la musica. Così racconta il suo rapporto col canto: “Quando inizio a cantare è come se la mia voce prendesse il controllo su tutto il mio essere. Aretha Franklin una volta ha detto che si canta l’anima con tutto il corpo. Capisco esattamente cosa intendeva.”

Il brano ‘Chameleon’ è stato subito accolto molto bene in tutta Europa e al momento è il secondo video più visto sul canale ufficiale dell’Eurovision su YouTube, con reazioni estremamente positive dei suoi fan. Il drop nel ritornello, che suona così inaspettato e sorprendente, riesce esattamente nella sua intenzione, quella di dare un segno distintivo e di carattere. Il videoclip ufficiale, che ha da poco superato i 5 milioni di visualizzazioni, è il perfetto accompagnamento visivo per la canzone, con un brillante utilizzo delle parole del testo. Il brano è stato prodotto dalla label austriaca Symphonix, che negli ultimi 3 anni ha rilasciato brani che si sono sempre posizionati entro le prime 4 posizioni della classifica dell’Eurovision.

Il team che sta dietro al debutto di ‘Chameleon’ dal vivo all’Eurovision è stato appena confermato.  Da un lato c’è la ballerina e coreografa Ambra Succi, molto conosciuta in Svezia per il lavoro svolto con la cantante Loreen e per la coreografia di ‘Euphoria’, brano di enorme successo in tutta Europa.  La parte grafica invece è stata realizzata dallo studio pluripremiato Front Pictures, che aveva già creato i visual per Jamala, la cantante Ucraina che ha vinto il contest nel 2016. Di recente Front Pictures ha realizzato gli incredibili visual per la hit di Pink ‘Try’ ai Brit Awards 2019. In precedenza, avevano mostrato l’originalità e la potenza del loro lavoro con la performance ad America’s Got Talent.

Torna il rock dei CAGE THE ELEPHANT, esce domani il quinto album “SOCIAL CUES”

Torna il rock dei CAGE THE ELEPHANT, esce domani il quinto album “SOCIAL CUES”

Anticipato dal singolo “Ready To Let Go” e dai brani “Night Running”, dall’inedito sapore reggae con il featuring di Beck, “Goodbye” e “House of Glass”, esce domani per RCA Records il quinto album dei Cage The Elephant “Social Cues”.

“Social Cues” è il seguito di “Tell Me I’m Pretty”, album che è valso loro il Grammy come “Best Rock Album” nel 2015. Quasi tutti i testi di “Social Cues” sono stati scritti mentre la storia d’amore di Shultz stava tristemente finendo. Per cercare di dare un senso alla sofferenza, il cantante ha cercato di esplorare il suo animo creando dei personaggi che potessero interpretarne i diversi lati. «Può essere un modo perfetto per tirare fuori delle sensazioni altrimenti difficili da affrontare», ha spiegato Shultz, «quando creo cerco di pormi in uno stato d’animo reattivo in cui per lo più improvviso. Lascio andare i pensieri e li faccio “crescere” per avere una risposta emotiva e quando la ottengo so che ho raggiunto l’obiettivo. Sto guardando un sacco di film di Fassbinder come “World on a Wire” oppure “The Bitter Tears” di Petra von Kant o i film di Aronofsky e mi lascio ispirare».

Prodotto da John Hill (Santigold, Florence + The Machine, Portugal. The Man, tUnE-yArDs), l’album è stato registrato ai Battle Tapes Recording, Blackbird Studio e Sound Emporium a Nashville e ai The Village Recording Studio a Los Angeles, mixato da Tom Elmhirst e masterizzato da Randy Merrill a New York.

Photo Credit: Neil Krug

I Cage The Elephant hanno avuto 7 singoli al #1 della classifica Billboard e altri 11 che hanno stazionato nella Billboard Top 10: tutti insieme hanno superato 1 miliardo e mezzo di stream al mondo.

Sono una delle band più esplosive dal vivo e hanno collezionato tour sold-out nelle Arene negli Stati Uniti e in Europa.  Profondamente ispirati dal punk, i fratelli Matt e Brad Shultz hanno iniziato a suonare insieme al liceo con i compagni Jared Champion e Daniel Tichenor. Poco dopo aver formato la band si sono trasferiti a Londra per dar il via alla loro carriera in modo professionale. Il loro album di debutto ha fatto guadagnare loro immediatamente l’attenzione internazionale, catapultandoli al top nelle classifiche di Billboard Alternative Rock e facendoli vincere il disco di PLATINO in America.

I Cage The Elephant hanno pubblicato poi altri 3 album: “Thank You, Happy Birthday”, “Melophobia” e il vincitore di Grammy “Tell Me I’m Pretty”.

Il loro lavoro precedente è “Unpeeled”, l’album live dove hanno suonato accompagnati da un quartetto d’archi e da un coro. Ora di stanza a Nashville, i Cage The Elephant sono il cantante Matt Shultz, il chitarrista Brad Shultz, il batterista Jared Champion, il bassista Daniel Tichenor, il chitarrista Nick Bockrath e il tastierista Matthan Minster.

I Cage The Elephant saranno in tour negli Stati Uniti con Beck quest’estate (con Spoon in apertura): http://cagetheelephant.com/2019/02/11/co-headline-tour-with-beck/.

TRACKLIST:

  1. Broken Boy
  2. Social Cues
  3. Black Madonna
  4. Night Running (Cage The Elephant, Beck)
  5. Skin and Bones
  6. Ready To Let Go
  7. House of Glass
  8. Love’s the Only Way
  9. The War is Over
  10. Dance Dance
  11. What I’m Becoming
  12. Tokyo Smoke
  13. Goodbye

L’album live disponibile sulle piattaforme e “HOMECOMING: A FILM BY BEYONCÉ” da oggi su Netflix

L’album live disponibile sulle piattaforme e “HOMECOMING: A FILM BY BEYONCÉ” da oggi su Netflix

Esce oggi per Netflix “Homecoming: A Film by Beyoncé”: il documentario sulla indimenticabile performance di Beyoncé al Coachella, omaggio ai college e alle università americane storicamente black (HBCU), che è anche un album live disponibile sempre da oggi in digitale per Parkwood Entertainment e Columbia Records.

Partendo dal concetto creativo all’origine dello show, talmente grande da generare un movimento culturale, “Homecoming” rivela il percorso emotivo dietro a questa incredibile performance tramite immagini straordinarie e interviste di approfondimento.

Come  prima donna di colore ad aprire il Coachella Festival, in “Homecoming” Beyoncé omaggia i rappresentanti visionari della cultura afroamericana che sono stati per lei fonte d’ispirazione, tra cui gli alunni HBCU Toni Morrison e Alice Walker, l’attivista Marian Wright Edelman e i ricercatori W.E.B. Du Bois, oltre a luminari della cultura come Nina Simone, Maya Angelou, Chimamanda Ngozi Adichie e Audre Lorde. Alla base del desiderio di Beyoncé di celebrare l’importanza delle HBCU anche suo padre Mathew Knowles, alunno della Fisk University.

Girato nel corso di otto mesi, il film segue la superstar mondiale nel momento in cui torna sul palco dopo la nascita dei suoi gemelli, prestando particolare attenzione alla sua preparazione personale. La rivoluzionaria performance ha richiesto quattro mesi di prove musicali, seguite da quattro mesi di prove di danza, che hanno coinvolto oltre 150 musicisti, ballerini e personalità creative – tutti scelti in prima persona dall’artista stessa.

Nel destreggiarsi tra due ruoli, regista sia della sua live performance che del film che ha ripreso il processo che porta alla sua realizzazione, Beyoncé ha affermato: «È stato uno dei lavori più difficili che abbia portato a termine ma sapevo che dovevo spingere me stessa e il mio team oltre i limiti, l’obiettivo era il passaggio da fantastico a… leggendario. Sapevamo che niente del genere era mai stato realizzato in un festival musicale, la performance doveva essere iconica, oltre ogni possibile paragone. Lo show era un omaggio ad un’importante parte della cultura afroamericana. Doveva essere fedele per chi già conosceva la sua storia, ma al tempo stesso divertente e illuminante per le persone che invece avevano ancora bisogno di imparare. Durante la realizzazione del film, raccontando questa storia una seconda volta, il proposito è rimasto sempre lo stesso».

La particolarità è che all’interno del cast molti cantanti e ballerini sono stati studenti HBCU, cresciuti nella tradizione delle marching band tipiche di questi istituti e si sono uniti al gruppo di performer che si esibiscono al fianco di Beyoncé da anni. Dal documentario emergono l’intensità delle prove di danza e il talento di questi artisti, ed è possibile anche vedere il loro viaggio personale che li porta da essere normali studenti HBCU all’impatto, che non dimenticheranno mai in tutta la loro vita, con un palco importantissimo e dall’alto valore storico come quello di Beyoncé.

 «Moltissime persone consapevoli dal punto di vista culturale e intellettuale sono diplomate alle HBCU, tra cui anche mio padre», racconta Beyoncé nel film, «esiste un aspetto incredibilmente importante all’interno dell’esperienza HBCU che deve essere celebrato e protetto».

Come premio per i fan, nel film è presente sui titoli di coda la versione di Beyoncé di “Before I Let Go” di Frankie Beverly e Maze, un classico del R&B del 1981, che viene proposto spesso ai giochi delle HBCU.

“Homecoming: A Film by Beyoncé” è stato diretto e prodotto dalla stessa Beyoncé Knowles-Carter, aiutata alla regia dal collaboratore di lunga data Ed Burke. Steve Pamon e Erinn Williams sono produttori esecutivi.

Set List

“Crazy In Love”

“Freedom”

“Lift Ev’ry Voice And Sing”

“Formation”

“Sorry”/”Me, Myself and I”

“Kitty Kat”

“Bow Down”

“I Been On”

“Drunk In Love”

“Diva”

“Flawless” (Remix)

“Feeling Myself”

“Top Off”

“7/11”

“Don’t Hurt Yourself”

“I Care”

“Partition”

“Yoncé”

“Mi Gente (Remix)”

“Mine”

“Baby Boy”

“You Don’t Love Me (No, No, No)”

“Hold Up”

“Countdown”

“Check On It”

“Déjà Vu”(featuring JAY-Z)

“Run the World (Girls)”

“Lose My Breath” (featuring Kelly Rowland and Michelle Williams)

“Say My Name” (featuring Kelly Rowland and Michelle Williams)

“Soldier” (featuring Kelly Rowland and Michelle Williams)

“Get Me Bodied” (With Solange Knowles dancing)

“Single Ladies (Put a Ring on It)”

“Love On Top”

H.E.R. in radio da venerdì 19 aprile con il nuovo singolo “Hard Place”

H.E.R. in radio da venerdì 19 aprile con il nuovo singolo “Hard Place”

Ha da poco vinto il Grammy per il miglior album e per la miglior performance R&B e si è appena esibita al Coachella Festival: H.E.R. è una vera fuoriclasse e ora debutta nelle radio italiane con il nuovo singolo “Hard Place”, in rotazione da venerdì 19 aprile, che mette in luce tutte le sue capacità vocali e interpretative.

Gabriella “Gabi” Wilson, classe 1997, cantautrice e polistrumentista sceglie l’acronimo H.E.R. che sta per Having Everything Revealed. Con più di 1 miliardo di stream totali, nel 2018 pubblica per RCA Records “I Used To Know Her: The Prelude EP”, che debutta al #1 della Billboard R&B Albums chart, e “I Used To Know Her: Part 2”. Tra il 2016 e il 2017 escono “H.E.R. Vol. 1”, #1 della classifica iTunes degli album R&B/Soul e “H.E.R. Vol. 2”, che si posiziona sempre al #1 della stessa classifica.  H.E.R. è già stata lodata pubblicamente da innumerevoli artisti: da Wyclef Jean (che ha chiesto su twitter se qualcuno sapesse di chi fosse “questa voce pazzesca”) a Alicia Keys e a Rihanna. È stata scelta da Apple Music come “Up Next” artist, categoria dedicata a tutti gli artisti che verranno spinti per le loro innegabili potenzialità di crescita, e a novembre 2018 Apple pubblica lo short film “Up Next with H.E.R.”, che presenta l’affascinante mondo di H.E.R.: dalle sue passioni al suo background, nelle sue parole e in quelle di chi lavora con lei.

“OLD TOWN ROAD REMIX”, il singolo di LIL NAS X feat. BILLY RAY CYRUS che sta conquistando il mondo, da venerdì 19 aprile in radio

“OLD TOWN ROAD REMIX”, il singolo di LIL NAS X feat. BILLY RAY CYRUS che sta conquistando il mondo, da venerdì 19 aprile in radio

È entrato nella storia della musica per essere l’unico artista a essere presente contemporaneamente nella Billboard Hot 100, nella Hot Country Songs e nella Hot R&B/Hip Hop Songs. LIL NAS X arriva in radio da venerdì 19 aprile con il singolo che sta letteralmente conquistando il mondo, “Old Town Road Remix” feat. BILLY RAY CYRUS.

Un brano crossover, difficilmente etichettabile, che a oggi ha totalizzato complessivamente 225 milioni di stream e 100 milioni di visualizzazioni su YouTube conquistando anche il #1 della Hot 100 di Billboard, #1 su Apple Music, #1 della Top 50 Viral Globale, #2 della Top 50 Globale, #2 della Top 50 Viral Italia su Spotify e la Top 10 della classifica Shazam Globale.

Mentre ad alcuni una canzone trap-rap sui cowboys interpretata da un ragazzo nato e cresciuto nella periferia di Atlanta potrebbe sembrare sorprendente, Lil Nas X ha creato un vero e proprio singolo country-trap per le masse. L’artista va a collocarsi nello stesso spazio culturale in cui superstar del calibro di Ariana Grande e Post Malone sperimentano senza limiti qualsiasi genere musicale – hip-hop, country e pop –  ottenendo grandi consensi.

Dal 26 aprile in radio e in digitale CHIARA GALIAZZO feat. J-AX con “PIOGGIA VIOLA”, il nuovo sorprendente singolo

Dal 26 aprile in radio e in digitale CHIARA GALIAZZO feat. J-AX con “PIOGGIA VIOLA”, il nuovo sorprendente singolo

“Pioggia viola” è nata in un modo inusuale. Quel giorno di settembre sono entrata in studio e mi sono detta ‘ora scrivo una canzone che non pubblicherò mai’. 

Liberamente ispirata alla mia vita, reinterpretata in un modo sinceramente leggero e senza particolari sovrastrutture, ‘Pioggia viola’ è il mio primo passo per fare le cose grandi in piccolo.” Chiara

Così Chiara Galiazzo annuncia sui social il suo nuovo e sorprendente singolo che sarà in radio e sulle piattaforme digitali dal 26 aprile (Sony Music) e disponibile dal 17 aprile in pre order e pre save: https://SMI.lnk.to/ChiaraGaliazzoPioggiaViolaPreorderPresave

Scritto da Chiara con Danti, Piero Romitelli e Francesco “Katoo” Catitti che lo ha anche prodotto, “Pioggia viola” è impreziosita dalla presenza di J-Ax che, conquistato dal pezzo, ha partecipato con alcuni dei suoi inconfondibili versi.

“J-Ax lo conosco e lo stimo molto sia come persona sia come artista – afferma Chiara – Quando gli ho fatto sentire la canzone, non ho potuto fare a meno di chiedergli di prendervi parte. Il suo contributo l’ha resa ancora più bella e sono fiera e onorata di aver avuto l’occasione di collaborare con lui in un mio pezzo”.

Con ironia, leggerezza, un sound contemporaneo e un modo di cantare mai sperimentato prima, Chiara attinge al suo immaginario fiabesco e a volte bizzarro per raccontarsi con libertà e una sincerità che conquista, in cui è facile identificarsi.

“Pioggia viola” è il primo passo di un nuovo cammino partito all’inizio del 2018 con  Show Reel Factory, una collaborazione a 360° che coinvolge tutta la comunicazione di Chiara. Il suo progetto creativo racconta “come fare le cose grandi in piccolo”, cose preziose come un bonsai, con un approccio che contamina di surrealismo la sua quotidianità e crea un immaginario che identifica immediatamente sia la sua personalità eccentrica e leggera sia la sua anima artistica.

Come dice Chiara: “la visione millimetrica della mia creatività non è ridimensionare il mio immaginario, piuttosto dargli il giusto spazio per crescere”


Il secondo passo arriverà a maggio con “Il tour più piccolo del mondo”, un’anteprima del progetto live della cantante in quattro dei teatri più intimi e prestigiosi d’Italia. Con un set raccolto e accogliente, Chiara racconta come fare le cose grandi in piccolo attraverso la sua musica. Solo la sua voce e un pianoforte per descrivere in un piccolo posto un grande mondo. Il tour, ideato e prodotto da Show Reel Factory, parte il 17 maggio dal Teatro Concordia di Monte Castello di Vibio (PG) per poi andare il 18 maggio al Teatro Torlonia di Roma, il 19 maggio al Teatro Gualtieri di Gualtieri (RE) e chiude il 24 maggio a Teatro Gerolamo di Milano. I biglietti saranno in prevendita su TicketOne a partire da venerdì 19 aprile alle ore 14.00.

Il percorso culminerà con l’uscita del nuovo album a cui l’artista ha lavorato per oltre un anno collaborando con molti autori, tra cui Danti, Federica Abbate, Cheope, Mahmood.

Show Reel Factory eÌ€ l’anima manageriale della holding Show Reel Media Group. La società, guidata da Helio Di Nardo, è la prima e piùÌ€ importante factory italiana di artisti e talenti provenienti dal web, tra cui Michele Bravi, theShow, Sofia Viscardi, Camihawke, The Pozzolis Family e Le Coliche.

Show Reel Factory eÌ€ il partner strategico per i talenti e gli artisti: li accompagna in un percorso di ricerca che parte dallo studio della propria community di riferimento, passa attraverso l’individuazione di un linguaggio e un tono di voce identificativi, per arrivare alla creazione di contenuti e format e ad una loro più efficace pianificazione sui diversi canali.

JEAN-MICHEL JARRE, esce “EQUINOXE INFINITY REMIXES” con i remix di TALE OF US, JONAS RATHSMAN e PERTURBATOR

JEAN-MICHEL JARRE,  esce “EQUINOXE INFINITY REMIXES” con i remix di TALE OF US, JONAS RATHSMAN e PERTURBATOR

Dopo l’uscita di “Equinoxe Infinity”, il sequel a distanza di 40 anni del suo leggendario album “Equinoxe”, Jean-Michel Jarre torna con un EP disponibile in digitale  che trasforma tre brani significativi lì contenuti in vere e proprie tracce da club: “Equinoxe Infinity Remixes”.

“Equinoxe Infinity”, uscito a novembre, unisce i suoni classici con le melodie dei synth tipici di Jarre e tutto ciò lo rende perfetto per il remix dei Tale Of Us, il duo techno italiano che ha conquistato il mondo e che ha già lavorato con delle orchestre.

I Tale Of Us hanno reso “If The Wind Could Speak” da interludio da un minuto e mezzo a inno dance con evoluzioni sinfoniche e melodie indimenticabili e potrebbe diventare una incredibile hit da dance-floor.

Jonas Rathsman, artista house svedese, riesce nell’impresa di presentare un remix di “Do Not Look Back” dove vengono messi ancora di più in risalto la tensione e il mood della composizione di Jarre. Infine Perturbator, artista elettronico francese prima musicista di black metal, riesce a rendere ancora più dura, grintosa e punk “All That You Leave Behind”.

Jean-Michel Jarre ha venduto più di 80 milioni di album nel mondo e i suoi spettacolari concerti open air hanno di gran lunga superato quella cifra. L’audacia del suo estro geniale ha reso Jarre un collaboratore preziosissimo per innumerevoli musicisti. La sua empatia e l’attaccamento alla natura e all’importanza dell’istruzione  hanno fatto in modo che si guadagnasse l’appellativo di UN Goodwill Ambassador per Unesco

“ARSENICO”, il singolo di AIELLO, in radio da venerdì 19 aprile

“ARSENICO”, il singolo di AIELLO, in radio da venerdì 19 aprile

“Arsenico” è il singolo di AIELLO da venerdì 19 aprile in rotazione radiofonica e già disponibile su tutte le piattaforme digitali.

AIELLO ama definire la sua musica un threesome di indie, pop e r’n’b originale e contemporaneo.
Il suo “Arsenico” è il film di una storia d’amore, è un flash della mente, un collage di sapori, odori, colori.
È il rammarico di aver perso le tracce, è la rabbia e la malinconia di ritrovarle puntualmente, dietro gli scatoloni dei ricordi, in fondo alla soffitta della memoria.

“Ho scritto ARSENICO quando ancora cercavo i suoi occhi come cerco il tiramisù nei menù dei ristoranti – racconta Aiello –  l’ho chiamata “Arsenico” perché penso che l’amore possa avvelenare, ma uccidere mai”.

Il video di ARSENICO (https://www.youtube.com/watch?v=usszwjBzvRg) è la prima “Instagram story” lunga 3 minuti che diventa ufficialmente videoclip musicale.
È una insta-story che vuole restare, che non si cancella il giorno dopo, e racconta la quotidianità di Emma, protagonista del video.
ARSENICO racconta i suoi risvegli, i suoi viaggi, i suoi ricordi d’amore, il suo ridere, anche se ha il cuore ammaccato. I voli, le metro, le serate in disco e quelle davanti ad un gelato.
Emma canta alla videocamera del suo smartphone, e nel mentre balla, salta, si abbraccia al piumone, mangia una torta al cioccolato; continua a fissare dritto il telefono, con i suoi occhi azzurro mare, come se parlasse a chi le ha versato l’arsenico nel cuore, a chi l’ha avvelenata, ma uccisa mai.

Biografia

AIELLO quando non mangia, scrive canzoni, seduto sul pavimento di casa, con la sua fidata pianola.
Nella sua voce le salite improvvise di Dalla e il graffio di Rino Gaetano.
Nella sua musica un threesome senza precedenti, tra indie, pop e r’n’b.
Cosentino di nascita, romano di adozione, AIELLO ha iniziato a studiare pianoforte e violino a 10 anni mostrando da subito interesse per i grandi nomi della scena soul.
A 16 anni scrive i primi testi e nel 2011 pubblica la sua prima canzone “Riparo”, alla quale seguono altri due singoli dall’impronta pop-autoriale.
Nella primavera 2017 pubblica “Hi-Hello”, il suo primo EP, un progetto indie-pop, elettronico, anticipato dal singolo “Come Stai”.
La canzone resterà per diverse settimane al numero uno della classifica Radio Airplay (Rockol), “Absolute Beginners”.
Attualmente sta lavorando al suo primo album, un mix originale di indie, pop e r’n’b, anticipato dal singolo ARSENICO.

Esce oggi l’album di debutto di LSD, il progetto di SIA, DIPLO e LABRINTH

Esce oggi l’album di debutto di LSD, il progetto di SIA, DIPLO e LABRINTH

Esce oggi finalmente per Records/Columbia Records l’album di debutto di LSD ovvero il progetto dietro al quale si sono uniti la star multiplatino SIA, il produttore dei record DIPLO e il cantautore e musicista inglese LABRINTH:

“Labrinth. Sia. Diplo present… LSD”.

Il 24 aprile il trio LSD apparirà per la prima volta insieme al The Ellen DeGeneres Show dove presenterà il brano “No New Friends”, di cui lunedì uscirà anche il video.

Nei mesi precedenti i tre avevano presentato il singolo “Thunderclouds”, che ha conquistato il disco di PLATINO in Italia, superato i 223 milioni di streaming su Spotify e i 323 milioni di views su YouTube, ed è stato la colonna sonora dello spot di un noto smart-phone.

Gli altri brani “Genius”, “Audio” e “Mountains” hanno avuto altrettanto successo di streaming (rispettivamente 121 milioni, 149 milioni e 13 milioni), anche con i loro remix come quello di “Genius” a cura di Lil Wayne (che rappa anche nel pezzo), precedentemente remixato anche da Lost Frequencies, da MK e da Banx & Ranx, mentre il remix di “Audio” è stato curato da CID. Oggi, in alta posizione nella New Music Friday di Spotify Italia anche il brano “Heaven Can Wait”.

Il progetto LSD nasce come affinità naturale tra le tre superstar internazionali Sia, Diplo e Labirinth. I cantautori Labrinth e Sia si incontrano una sera per scrivere una canzone e si rendono immediatamente conto che potrebbero scrivere chissà quanti altri pezzi insieme. La loro innegabile chimica musicale cresce e presto si aggiunge Diplo, che completa e arricchisce ulteriormente il trio.